Ormai siamo abituati e non ci meravigliamo più se un Fernando Alonso si lamenta di qualcosa o non gli va bene una situazione, l’ex pilota di F1 non ha peli sulla lingua e non le manda a dire. Se pensa una cosa la dice e non gli interessa delle conseguenze. Lo spagnolo questa volta ci va giù pesante e spiega perché la Formula 1 non è una competizione top.

Alonso vs F1

Fernando Alonso attualmente si sta preparando per disputare nei prossimi mesi due importanti competizioni: la 500 Miglia di Indianapolis (dove si prefissa la vittoria) e la 24 Ore di Le Mans (vinta già lo scorsa stagione). Del suo futuro ancora non sono giunte certezze, intanto però l’ex pilota Renault, Ferrari e McLaren si toglie qualche sassolino (abbastanza grande) dalla scarpa.

Queste le sue dichiarazioni rilasciate di recente e riportate dai colleghi di ‘Tuttomotoriweb.com‘:

Sembra che quando si arriva in F1 si sia obbligati a rimanerci per via del suo grande ego. Il meglio è lì e guidare qualsiasi altra vettura sarebbe fare un passo indietro. Questa è una mentalità che si ritrova anche tra gli ingegneri o perfino tra i giornalisti. Sono convinti di essere arrivati al top, ma io non sono mai stato d’accordo.

Lo spagnolo ha poi aggiunto e concluso il suo pensiero:

“Avendo avuto l’opportunità di correre altrove ho potuto verificare che ci sono in giro ottimi piloti, squadre eccellenti e tecnici molto professionali. Personalmente mi sono divertito molto a testare differenti tipi di vettura e constatare come si comportano. La massima serie implica il 100% di impegno, e anche i giovani che appartengono alle accademie e hanno cominciato da piccolini a pilotare soltanto delle monoposto passano lungo tempo sul simulatore con un obiettivo unico che è proprio quello di approdare nel Circus. A mio avviso questo è un vero peccato:

Insomma Fernando Alonso è sempre più convinto che la Formula 1 non è il punto di arrivo nella carriera di un pilota, che il mondo dell’automobilismo va esplorato in tutte le sue sfumature ed è bello proprio perché è vario.