Sono trascorse circa dieci settimane dall’ultimo e terzo intervento chirurgico a cui si è sottoposto Marc Marquez, un’operazione necessaria non solo per i progressi non pervenuti a seguito dell’incidente avvenuto alla prima gara di Jerez della stagione 2020, ma per guarire l’infezione e la pseudoartrosi all’omero del braccio destro.

Di seguito il comunicato rilasciato venerdì scorso e postato sul sito ufficiale della Honda Racing Corporation circa gli ultimi aggiornamenti sulle condizioni fisiche del pilota spagnolo:

“Un ulteriore aggiornamento su Marc Márquez all’Ospedale Internazional Ruber, dieci settimane dopo l’operazione per un’infezione di pseudoartrosi all’omero destro, ha confermato una situazione clinica favorevole. Il team medico capitanato dai dottori Samuel Antuña, Ignacio Roger de Oña e che include i dottori Juan De Miguel, Aitor Ibarzabai e Andrea García Villanueva, ha valutato i segni radiografici del consolidamento osseo, rimanendo soddisfatto dei progressi. D’ora in poi, e per le prossime settimane, Márquez sarà in grado di progredire gradualmente nel processo del recupero funzionale del braccio operato”.

Dunque stando alle dichiarazioni del comunicato di HRC, Marc Marquez si sarebbe sottoposto ad ulteriori esami di controllo presso l’ospedale Ruber International di Madrid. L’equipe medica ha valutato tutti i segnali radiografici relativi al consolidamento osseo, e che hanno soddisfatto e rassicurato tutti per i progressi dell’otto volte campione iridato.

Malgrado le notizie sulle condizioni attuali del numero 93 siano soddisfacenti e rassicuranti, è difficile da pensare che possa salire in sella alla sua Repsol Honda in tempi ridotti. Ricordiamo che la prossima stagione 2021 di MotoGP partirà tra un mese in Qatar, mentre tra circa tre settimane inizieranno gli ultimi test pre-stagionali.

Per il momento la cosa più importante è che il ‘Cabroncito’ continui a lavorare per ottenere un netto miglioramento al quanto prossimo. E pensare che fino a qualche settimana fa alcuni esperti temevano in un quarto intervento chirurgico. Fortunatamente, invece, le condizioni del campione di Cervera sono più che positive, ma bisognerà prestare molta attenzione alle future evoluzioni così da comprendere con chiarezza quando potremmo rivedere Marc Marquez di nuovo in pista.

Addirittura il lo spagnolo sarebbe stato protagonista, ultimamente, di una vicenda relativa alla mancata partecipazione dell’intera stagione 2020. L’otto volte campione del mondo, infatti, avrebbe rinunciato al suo stipendio per l’intero anno non corso, ma i vertici HRC non sono stati d’accordo e non hanno accolto questo tipo di richiesta. Per il momento non c’è alcuna indicazione precisa circa i reali tempi di recupero. Il campione di Cervera ha più volte dichiarato che le sue intenzioni non sono quelle di forzare i tempi di rientro e che salirà in sella alla RC213V solamente quando si sentirà al massimo delle condizioni fisiche.