Infovelox per le strade, ecco cos’è e a cosa serve: occhio alla fregatura

La velocità è diventata una delle principali cause di incidenti stradali. Quando guidi ad alta velocità, non hai abbastanza tempo per “rispondere” a un pedone che sta attraversando una strada o a determinate condizioni della strada.

Infovelox
Infovelox – motori.news

Di conseguenza, possono verificarsi collisioni o incidenti tra autovetture, danneggiando i veicoli e ferendo conducenti, passeggeri o pedoni.

Per prevenire l’eccesso di velocità, l’amministrazione federale dell’autostrada o il comune locale installa una serie di dispositivi di controllo e gestione del traffico, inclusi dossi, sistemi di rallentamento, ammortizzatori di velocità, strisce sonore, ecc.

Dispositivi e manufatti per rallentare la velocità

Il personale tecnico della città in genere esamina le velocità e i volumi su una strada locale dopo aver ricevuto una richiesta da un cittadino interessato (o da un funzionario eletto che ha presentato la richiesta del cittadino). Gli ingegneri del traffico determinano quindi se i dispositivi di rallentamento sono appropriati.

Infovelox – motori.news

Non tutti i dispositivi di rallentamento del traffico sono ugualmente efficaci e possono essere suddivisi nelle seguenti sei categorie, ognuna con i propri punti di forza e di debolezza.

Dossi

I dossi di velocità sono uno dei dispositivi di controllo del traffico molto efficaci installati da comuni e proprietari di immobili per regolare l’accelerazione di automobilisti e motociclisti su strade cittadine.

Hanno una superficie rialzata. I conducenti riducono la loro velocità durante la guida su questa superficie rialzata per evitare di colpire questo strumento di sicurezza stradale ad alta velocità. Più alti sono i dossi stradali, maggiore sarà la velocità che ridurranno.

Sono considerati una buona scelta per strade e strade locali dove il traffico pedonale è elevato e la sicurezza dei pedoni è importante.

Dossi – motori.news

Attraversamenti pedonali rialzati

Gli attraversamenti rialzati combinano la gestione della velocità con gli attraversamenti pedonali. Ciò incoraggia i conducenti a viaggiare più lentamente nello stesso punto in cui i pedoni stanno attraversando. È uno dei modi migliori per massimizzare la sicurezza degli attraversamenti per i pedoni.

Rallentamento ad effetto ottico

I rallentatori visivi sono costituiti da una serie di almeno quattro strisce orizzontali in vernice riflettente applicate nel senso di marcia in una serie di larghezze crescenti. In genere, ne vengono realizzati tre a intervalli di 15 m dal punto in cui è richiesta la massima decelerazione.

Rallentamento ad effetto sonoro

Lo scopo dei rallentatori acustici, come suggerisce il termine, è quello di rallentare il veicolo e richiamare l’attenzione del conducente in prossimità di aree che potrebbero essere pericolose per il veicolo (ad esempio, prima di una curva o di un attraversamento pedonale).

Le bande sonone vengono realizzato incollando le strisce sul manto stradale. Sono strisce orizzontali di materiale retroriflettente che aumentano di altezza nella direzione di marcia, creando effetti acustici e ottici per rifrangenza. 

Autovelox

Gli autovelox sono sistemi che determinano la velocità dei veicoli in base all’emissione e alla ricezione di raggi laser invisibili e paralleli che attraversano la strada perpendicolarmente.

Sono inoltre dotati di una fotocamera con sistema completo di sovrapposizione automatica dei dati di infrazione, posizionato all’altezza del rilevatore di velocità con la funzione di rilevare la targa di un veicolo che infrange il limite di velocità. Il ruolo degli autovelox è quello di “minacciare” gli automobilisti dal rispettare i limiti sulla strada.

Autovelox – motori.news

Infovelox

I dispositivi indicatori di velocità misurano accuratamente la velocità dei veicoli in arrivo e mostrano questo valore al conducente.

Gli indicatori di velocità sono convenienti rispetto a dossi stradali e altre misure costose, non rappresentano un problema per i veicoli di emergenza, mentre il rumore e il fastidio sono totalmente assenti.

Ma questi dispositivi di velocità sono tutti legali?

Gli Infovelox sono i più utilizzati e sono quei rilevatori di velocità di forma cilindrica, solitamente dipinti di arancione, installati ai lati della strada, spesso in aree residenziali o su strade principali trafficate. Sono comunemente utilizzati per l’effetto deterrente prolungato, la loro caratteristica fondamentale, tale da dissuadere l’accelerazione consueta non appena si passa un apparecchio.  

Questo dispositivo dovrebbe contenere un rilevatore di velocità. Ma per ragioni di costi, la maggior parte delle postazioni è totalmente vuota. Ed è un deterrente perché gli automobilisti sono portati a rallentare perché non sanno su quale palo si trova il rilevatore.

L’11 luglio 2012 è stata inviata a tutte le province italiane una nota ufficiale del Ministero del Territorio, delle Infrastrutture e dei Trasporti, che sancisce nero su bianco l’abuso che gli Infovelox non sono approvati da nessuna legge vigente e non sono inquadrabili.