Ancora una grande delusione per Jorge Lorenzo in termini di prestazione. Come ben sappiamo lo scorso Gran Premio di Le Mans, quinto appuntamento della stagione 2019 di MotoGP, è stato vinto da uno straordinario Marc Marquez in sella alla Repsol Honda.

Dal maiorchino ci si aspetta da un bel po’ una buona gara, ma evidentemente ancora non c’è un buon feeling tra il pilota e la sua RC213V. Ai vertici della scuderia alata non c’è un buon entusiasmo e sono ormai stufi di aspettare risultati dallo spagnolo ex Yamaha e Ducati.

Jorge Lorenzo risultati da incubo in questo inizio di stagione, 11 esimo lo scorso GP in Francia e 12 esimo due settimane fa in Spagna, due risultati deludenti ottenuti su piste favorevoli allo spagnolo.

Due stagioni fa su questi circuiti fece abbastanza bene in sella alla Ducati Desmosedici, ottenendo un terzo e un secondo posto. Ma quest’anno è quasi da dimenticare per il maiorchino, che fino ad oggi non è riuscito a classificarsi nemmeno nella Top Ten.

Il cinque volte campione iridato, oltre ai vari infortuni che lo hanno tenuto più volte fermo durante la preparazione invernale, ammette di stare trascorrendo un periodo non facile. Come riporta ‘Tuttomotoriweb.comLorenzo avrebbe dichiarato:

Trovare la motivazione ed essere positivo. Ogni piccolo passo per me è come una vittoria.

Malcontento Honda, Lorenzo in bilico

I dirigenti della Honda sono impazienti e stufi di aspettare risultati utili e positivi di Jorge Lorenzo. Già qualche settimana fa dopo il gran premio di Jerez, Yoshishige Nomura, presidente della Hrc, intervenne ai microfoni di ‘Marca’ dichiarando tutta la sua delusione circa la prestazione del maiorchino esclamando: “Mi aspettavo una grande prestazione da lui”.

La Casa alata non vuole più aspettare, addirittura circolano indiscrezioni circa un ultimatum della Honda nei confronti di Lorenzo. Qualora lo spagnolo non migliori e non riesca a portare risultati utili a casa, i vertici terranno in considerazione il licenziamento del pilota al termine della stagione.

Malgrado si trattino solamente di voci ufficiose, resta comunque il fatto che Lorenzo debba rimboccarsi le maniche e mettersi a lavoro per cercare di ottenere risultati migliori rispetto a quelli che ha fatto vedere sin ora.