Fresca di vittorie. Fresca di ben due mondiali vinti nella categoria velocità, con Acosta in moto 3 e Gardner in moto 2, la casa austriaca presenta l’evoluzione di “The Beast”.

La KTM presenta al mondo la versione 2022, migliorata e aggiornata, della supernaked Duke 1290 R e Duke 1290 EVO.

Presentate al KTM Naked November, abbiamo vari aggiornamenti che rendono il modello più evoluto a 360°. Sono stati aggiunti piccoli dettagli che ne fanno una moto più prestazionale, riconfermandosi leader nel settore. Vediamo le caratteristiche che sono condivise dai due modelli.

Ruote da 17” colorate di un arancione brillante, che vengono affiancate a nuove livree. Elettronica rivista dove è stato migliorato l’acceleratore “Quick Turn”, con corsa ridotta di 7° rispetto al precedente modello.

Nuove le modalità di guida che sono condivise in entrambi i modelli. Le così dette riding mode sono: Rain, Street e Sport. C’è inoltre la possibilità di aggiungere Track e Performance. Queste vanno in soccorso dei piloti che cercano la massima prestazione, agendo sul anti-wheelie e sul traction control.

Motore

Motore bicilindrico LC8 V-Twin con una cilindrata di 1.301cc. La moto sviluppa ben 180 CV di potenza e 140 Nm di coppia. Un propulsore, questo, compatto e versatile che vede il suo utilizzo sia sulle Naked che sulla serie Adventure della casa.

KTM DUKE 1290 EVO

Per questa “EVO” le componenti cambiano radicalmente. Partendo dall’anteriore con le nuove sospensioni WP semi-attive. Questo sistema rende la moto molto più regolabile a seconda dell’utilizzo. Possono essere modificate specifiche come lo smorzamento, con tre modalità preimpostate, confort, street e sport, oppure agire sul il precarico. Tutto regolabile, tramite il display TFT, su 10 livelli.

La novità è la possibilità di montare sulla moto in versione “EVO” il pacchetto delle sospensioni PRO. Questo aggiunge davvero tante funzioni che fanno raggiunge un nuovo livello di performance e guidabilità alla Duke 1290.

Il pacchetto PRO vede in aggiunta tre modalità alle sospensioni: Track, Advanced e Auto. La prima per la pista. La seconda vede una totale personalizzazione delle impostazioni. E Auto è la più in speciale. Riesce a adattare automaticamente le funzionalità delle sospensioni riconoscendo lo stile di guida e le prestazioni della moto in corsa.

Oltre a queste tre livelli ci sono altre tre modalità che riguardano il precarico: Low, Standard e High. Inoltre, nelle sospensioni è attivo l’Anti-dive. Questo è un sistema che permette agli ammortizzatori di non chiudersi completamente a pacco nelle grandi staccate, così favorendo la maneggevolezza.

La KTM con queste migliorie ha voluto portare su un livello superiore questa moto rendendola ancora più unica.

Le due versioni della Duke 1290 2022 saranno disponibili nei concessionari a partire da gennaio 2022.