KTM, l’annuncio inaspettato: guardate un po’ chi torna a correre in MotoGP!

KTM a tre punte nel prossimo GP a Jerez, c’è un altro nome interessante. E nei test a Sepang ci sarà un “invitato speciale”.  

ktm-motogp-invitati-speciali
Giornata di annunci! Foto: Philip Platzer/KTM

È la giornata di presentazione della truppa KTM. Colori pressoché invariati, ma due RC16 con la speranza che Brad Binder e Jack Miller concretizzino le speranze di gloria del marchio di Mattinghofen. Tutto qui? Assolutamente no, a quanto pare KTM era in vena di grandi annunci. Su tutti c’è la notizia riguardante il super collaudatore Dani Pedrosa, che rivedremo in azione. Due anni dopo la prima ed unica wild card, disputerà un nuovo GP! Ma non è l’unico annuncio: il secondo nome d’interesse è Jonas Folger, ex MotoGP che KTM sta seguendo con attenzione.

Dani Pedrosa, il ritorno

Finora il “piccolo Samurai” ha disputato solamente una gara con i colori KTM. Dobbiamo tornare al GP di Stiria 2021, una corsa iniziata non esattamente nel migliore dei modi. Il suo highside, Savadori che non può evitare la RC16 a terra, l’Aprilia in fiamme e la bandiera rossa: primi giri che hanno fatto tremare tutti. Pedrosa non ha nascosto lo spavento provato, eppure, una volta risalito in sella, ha chiuso quella corsa in decima posizione. E meno male che non aveva più disputato una gara in moto da tre anni! Ora ci sarà il bis in occasione della tappa di quest’anno a Jerez: l’annuncio è stato dato direttamente dal team manager Francesco Guidotti, in KTM non nascondono la soddisfazione. “Non l’abbiamo mai forzato, e Dani non disputa una wild card se sente che la moto non è competitiva” ha sottolineato un soddisfatto e speranzoso Pit Beirer. Oltre che per raccogliere dati fondamentali, la curiosità è già alle stelle.

KTM osserva Jonas Folger

A tema collaudatori però si comincia a pensare ad un “ricambio generazionale“. Certo Mattinghofen si coccola sia Dani Pedrosa che Mika Kallio, solidi pilastri del progetto KTM in MotoGP. Ma il primo ha 37 anni, il secondo 40, quindi si comincia anche a guardare in giro in ottica futura. E c’è un ex MotoGP che ha attirato l’attenzione: Jonas Folger, debuttante di categoria nel 2017 ma costretto a fermarsi prematuramente per un importante problema di salute. Una situazione che ha inevitabilmente condizionato la sua carriera: a referto un anno da tester Yamaha, qualche sostituzione Moto2, il titolo nella Superbike tedesca e qualche wild card nel Mondiale, prima del 2021 completo. Nel 2022 non ha disputato nessun campionato, lo scorso ottobre il primo contatto con la KTM RC16 a Jerez. Il bis ci sarà nei primi giorni di febbraio: Folger è lo “special guest” nello shakedown a Sepang, tre giorni dedicati a collaudatori ed esordienti. Prove di futuro?