Ricordiamo che, con la Legge di Stabilità 2016, l’autovelox permette agli organi preposti di rilevare non solo la velocità dei veicoli

Con la tecnologia sempre più in ascesa anche sulle strade, molti automobilisti si pongono domande su alcune questioni delicate. Ad esempio, con l’attuale Codice della strada è possibile scoprire chi non ha pagato il bollo auto grazie all’ausilio degli autovelox? Un quesito che andremo immediatamente a risolvere.

Con la Legge di Stabilità 2016, l’autovelox permette agli organi preposti di rilevare non solo la velocità dei veicoli, ma anche di scoprire se gli stessi veicoli possiedono la copertura assicurativa. Un controllo possibile grazie alla telecamera dell’autovelox che, in pochi secondi, cattura il numero di targa dei mezzi.

L’articolo 193 del Cds afferma: “Chiunque circola senza la copertura dell’assicurazione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 841 a euro 3.287.. La sanzione amministrativa di cui al comma 2 è ridotta ad un quarto quando l’assicurazione del veicolo per la responsabilità verso i terzi sia comunque resa operante nei quindici giorni successivi al termine di cui all’art. 1901, secondo comma, del codice civile”.

Ma la stessa tecnologia può servire a smascherare i furbetti che non ottemperano al pagamento del bollo auto? Secondo la legge la risposta è negativa per un motivo ben chiaro: la tassa è un tributo regionale, dunque, non rientrante nel Codice della Strada. Inoltre, gli accertamenti per il pagamento del bollo auto sono di competenza delle Regioni o dell’Agenzia delle Entrate e non, ad esempio, della Polizia Stradale. Infine, ricordiamo che, per chi non salda il bollo auto, non è previsto il sequestro del mezzo in questione.