Se le strisce pedonali a led possono salvare il pedone distratto

Anche l’Olanda col progetto +Lichtlijn dà il via nel comune di Bodegraven-Reeuwijk alla sperimentazione di strisce pedonali illuminate con led. La tecnologia innovativa, già adottata in alcune zone di Germania e Spagna, permetterebbe di evitare incidenti a tanti pedoni distratti per strada dallo smartphone.

Si tratta tecnicamente di una striscia di LED fissata sull’asfalto, il cui colore è sincronizzato a quello del semaforo, così che il terreno si possa illuminare di rosso quando c’è il pericolo di attraversamento di un veicolo, o di verde quando il passaggio pedonale è sicuro. In teoria infatti, la posizione permetterebbe di avvisare anche il tipico “smartphone walker”, che cammina distratto senza prestare troppa attenzione a ciò che gli sta attorno, continuando imperterrito a navigare online e chattare sui social network.

Kees Oskam, assessore comunale di Bodegraven spiega riguardo a questo sempre più preoccupante fenomeno:”Potremmo non essere in grado di cambiare questa tendenza, ma possiamo anticipare i problemi”.‎Per il momento l’azienda che sviluppa questa tecnologia ha installato soltanto uno di queste strisce a led, in corrispondenza di un attraversamento nei pressi di una scuola. Se la sperimentazione avrà successo il Comune olandese procederà con l’ordine in altre zone della città.

E se spesso si parla negativamente per ciò che riguarda sicurezza e innovazione nelle strade italiane, in realtà una tecnologia del tutto simile era stata inventata e sperimentata anni fa a Parma e nel piemontese, in un progetto innovativo ideato da un ingegnere di Ferrara. Invece che essere coordinate col semaforo, le strisce dal tramonto in poi si illuminavano automaticamente al passaggio pedonale così da permettere agli automobilisti di vedere chi attraversava a distanza anche di 150 m. L’esperienza si rivelò buona ma fu accantonata.

Progetti similari sono poi stati fatti in alcuni comuni lombardi, senza però prendere effettivamente piede su larga scala. Forse il buon esempio olandese farà riaccendere i riflettori su un progetto che potrebbe finalmente arginare incidenti tanto stupidi quanto evitabili.