Bene o male il campione del mondo in carica di Formula 1 Lewis Hamilton si trova sempre sotto i riflettori, questa volta però per una giusta causa. Tanto di cappello e solo applausi per il grande gesto proveniente direttamente dal suo cuore e rivolto nei confronti dell’Australia, ormai da mesi in ginocchio per i terrificanti incendi boschivi. Il pilota della Mercedes e sei volte campione iridato per tale emergenza ha deciso di fare una ricca donazione di ben 500 mila dollari a sostegno dei vigili del fuoco e per la protezione della fauna. Purtroppo ad oggi tale disastro ha procurato 27 morti e 6,3 milioni di ettari bruciati tra foreste e boschi.

Sopra il post pubblicato da Lewis Hamilton sul suo profilo Twitter in cui commenta così:

“Mi spezza il cuore vedere la devastazione che incendi boschivi australiani stanno causando alle persone e agli animali in tutto il Paese. Sto impegnando $500K per sostenere gli animali, i volontari della fauna selvatica e i servizi antincendio rurali. Se puoi, e non l’hai già fatto, puoi donare anche tu“.

Il campione britannico è da sempre a sostegno della natura e dell’ambiente. Lui stesso data la grave crisi ambientale che si sta scatenando in Australia, si sente particolarmente toccato. Questa terribile situazione lo rattrista molto, sapere soprattutto che più di un miliardo di animali sono morti di una morte dolorosa, senza via di scampo e non per colpa loro. Stando a ciò che commenta Lewis Hamilton sui suoi profili social, l’amore per gli animali non è mai stato un segreto e non può che sentire dolore per tutti gli animali indifesi che stanno perdendo la vita negli incendi. Tra l’altro molte specie sono anche in via d’estinzione. L’anglo-caraibico si ritiene fortunato nel visitare spesso la terra dei canguri e con i suoi occhi, racconta, ha potuto ammirare il fascino di questa nazione.

Australia in ginocchio, i piloti si mobilitano

La sostanziale donazione di 500 mila dollari fatta dal pilota britannico di F1 sarà devoluta al Wires Wildfire Rescue, al WWF Australia e al Rural Fire Service. Il campione della Mercedes non è stato né il primo né l’ultimo pilota ad impegnarsi nella donazione di fondi per l’Australia. Anche il suo collega australiano Daniel Ricciardo (pilota Renault) ha dimostrato la sua sensibilità all’accaduto e per tale occasione ha deciso di mettere all’asta una sua tuta, ovvero quella che indosserà al prossimo GP d’Australia 2020. Ma anche Jack Miller, pilota di MotoGP, per tale emergenza metterà all’asta uno dei suoi caschi indossati nel 2018, da cu vendita ricaverà e donerà 18 mila dollari.

Incendi Australia, la F1 resta in allerta per il Gran Premio 2020

In vista della prossima stagione 2020 il campionato mondiale di F1 dovrebbe raggiungere proprio l’Australia, precisamente Melbourne, nel mese di marzo per disputare il consueto Gran Premio inaugurale. Gli organizzatori della gara e i vertici del Circus stanno osservando e studiando con attenzione la grave situazione.