L’inflazione si fa sentire anche sulle infrazioni, ecco quanto costeranno queste multe

L’inflazione e i tassi elevati davanti ai quali ci siamo ritrovati tutti quanti all’improvviso sin dall’inizio dell’anno, hanno già causato gravi conseguenze in tutti i settori, anche sulla strada.

inflazione si fa sentire sulle infrazioni
L’inflazione si fa sentire sulle multe – motori.news

Gli automobilisti oggi a seguito dell’inflazione subiscono costi elevati per tutto.

Non a caso molte famiglie si ritrovano in difficoltà perché non riescono ad arrivare serenamente alla fine del mese. C’è qualcuno che ad oggi preferisce non utilizzare l’auto per gli spostamenti, anche per motivi di lavoro, per risparmiare almeno sul carburante.

L’inflazione pone tutti i consumatori con le spalle al muro, la denuncia di Baldelli

Ma non è finita qua perché sempre a causa dell’inflazione, adesso sta per arrivare un nuovo allarme che potrebbe avere dei riscontri positivi ma soprattutto negativi. Le sanzioni stradali subiranno un rincaro a partire da gennaio 2023.

Di conseguenza siamo tutti portati a pensare che gli automobilisti dovranno fare attenzione a rispettare tutte le norme del codice della strada. Potrebbe però non andare così.

Chi non lo farà dovrà fare i conti con delle sanzioni dal costo veramente esagerato. La denuncia è stata fatta già da Simone Baldelli presidente della commissione parlamentare di inchiesta sui consumatori.

Il Presidente dichiara che l’articolo 195, afferma che le sanzioni amministrative vanno riviste ogni due anni per accertare che i prezzi vadano di pari passo alle situazioni accertate dall’Istat.

Di conseguenza, considerato il periodo storico non è possibile che adesso le multe vadano ad aumentare. Il governo dovrebbe intervenire per frenarle prima che sia troppo tardi La situazione passa in mano al Ministro della Giustizia che dovrebbe fissare i limiti entro il 1° dicembre.

multe auto autovelox
Inflazione – motori.news

Di quanto aumenteranno le sanzioni in Italia, ecco alcune infrazioni

Il rincaro dovrebbe essere dell’11% un po’ per tutte le sanzioni. Per quanto riguarda la multa in divieto di sosta, oggi si paga €42, a gennaio se ne dovrebbero pagare 46. Chi invece guida con il telefonino in mano, se prima pagava €165 adesso pagherà 183 euro. Chi nonostante il divieto, accede alla ZTL oggi paga €83, ma a partire da gennaio ne pagherà 92.

Chi invece supera i limiti di velocità a partire da 60 km orari, adesso deve pagare €845, successivamente ne dovrà pagare 938. In Italia, tutti i comuni incassano almeno 3 miliardi di euro con le contravvenzioni, soldi che potrebbero essere utilizzati per coprire i buchi e per sistemare le strade, rendendole più sicure.

Purtroppo però questo non succede. Le multe aumentano a seguito dell’inflazione, gli automobilisti si trovano in difficoltà, la situazione è totalmente fuori controllo e nessuno fa nulla. Questo è l’allarme che preoccupa tutti i consumatori.