Marc Marquez

Tanta emozione quest’oggi, 16 marzo 2021, dove sul tracciato di Barcellona è sceso in pista Marc Marquez dopo un lunghissimo stop a seguito di tre interventi chirurgici per la frattura dell’omero del braccio destro infortunato nel GP di Jerez del 2020. L’otto volte campione del mondo di MotoGP ha riprovato la bellissima sensazione di salire in sella alla Honda RC213V-S per effettuare una giornata di test. Il countdown è ormai giunto al termine per l’attesissimo inizio della nuova stagione 2021 del Motomondiale e tutti i piloti sono pronti e non vedono l’ora di scendere in pista e schierarsi in griglia di partenza per la prima tappa di Losail, in programma il prossimo 28 marzo con il Gran Premio del Qatar.

Ad oggi non c’è ancora nessuna conferma circa la presenza di Marc Marquez alla prima gara inaugurale della stagione alle porte, ma il campione di Cervera ha tutte le buone intenzioni e voglia di ripartire in pista quanto prima. Lo spagnolo, infatti, dopo essere salito in sella ad una minimoto ed essere rientrato dal Qatar, dove si è sottoposto alla somministrazione della prima dose di vaccino contro il Covid-19, ha postato un nuovo video sul suo profilo Twitter:

Fortunatamente la Honda aveva a disposizione un modello della casa giapponese derivato dalla MotoGP, con il quale ‘EL Cabroncito’ ha avuto la possibilità (così come i suoi colleghi di scuderia) di scendere in pista e riprendere la confidenza con le due ruote. La Honda RC213V-S è stata presentata nel 2015, si tratta della replica del prototipo con il quale Marc Marquez ha trionfato conquistato il suo primo titolo mondiale in MotoGP. La moto, dotata di un motore V4 in grado di raggiungere 215 CV, sfoggia un telaio in alluminio e un kit racing messo a disposizione dalla casa Alata.

Stando a quanto riportato dal sito ‘Motorsport’, per quanto riguarda le possibilità di vedere il campione spagnolo già in pista per il GP del Qatar il prossimo 28 marzo, il numero 93 non esclude di essere presente alla prima gara, ma non garantisce alcunché, dato che in un piano di recupero come quello che sta seguendo ci sono sempre degli alti e bassi.