La Mazda CX-3 è il crossover di medio/piccole dimensioni della Casa giapponese che abbiamo provato in allestimento Exceed con il motore a gasolio da 105 CV

La CX-3 è il piccolo suv della Casa giapponese in vendita dal 2015. Molto curata nella linea e nei dettagli stilistici, la condivide la piattaforma con la compatta del segmento B Mazda 2, ma offre più spazio per chi è a bordo. Motori. news ha avuto il piacere di provare la versione a gasolio equipaggiata con il motore da 1.5 litri Skyactive-D ed allestimento Exceed. Ecco come si è comportata.

LINEA E DIMENSIONI
La Mazda CX-3 è un crossover di dimensioni compatte realizzato con i canoni del Kodo Design. Peter Birtwhistle, colui che disegna le auto della Mazda, ha proposto linee sportive che si ispirano a movimenti energici, ma nello stesso tempo armonici. La Mazda CX-3 presenta linee quasi da coupè, ma aspetto di vettura muscolosa grazie ad un frontale che tende a scendere molto e che culmina nella mascherina sportiva. Il posteriore ricorda, invece, più i suv di oggi con fari alti e lunotto di piccole dimensioni. L’aspetto sportivo dell’auto è dato anche dagli enormi cerchi in lega da 18″ offerti di serie con l’allestimento Exceed. La Mazda CX-3 è lunga 428 cm, larga 177 cm ed alta 155 cm. Il passo di 2,57 metri che assicura una discreta comodità anche a 5 occupanti. Molto spazio per chi sta davanti, anche se manca la regolazione lombare nei sedili, dietro attenti al soffitto se si è più alti di 190 cm. Piccole note stonate sono l’accesso al divano posteriore reso poco agevole dalle dimensioni delle porte e la capienza del bagagliaio di soli 350 litri che diventano 287 se si opta per il subwoofer collocato nel doppio fondo (di serie sulla versione Exceed). Le avversarie sono ben oltre i 400 litri. La massa della vettura contenuta in meno di 1.300 kg assicura un ottimo comportamento in curva. Meglio ancora se si opta per il pacchetto i-Activsense Technology, non di serie, che avvisa pure dell’arrivo di altri veicoli uscendo in retromarcia dai parcheggi.

PRESTAZIONI E CONSUMI
la Mazda CX-3 con il motore a gasolio da 1.5 litri si è rivelata una vettura molto valida nella guida di tutti i giorni. Il propulsore a gasolio spinge bene sin dai bassi regimi senza troppi rumori e vibrazioni di fondo. La coppia di 270 Nm fa sentire una decisa spinta sopra i 1.600 giri/min. Molto bene l’accelerazione che è dichiarata in soli 10,1 secondi sullo 0-100 grazie alla massa contenuta dell’auto ed ai 105 CV che si fanno sentire premendo a fondo sull’acceleratore. La velocità massima di 177 km/h è nella media. La ripresa viene penalizzata dai rapporti del cambio manuale a 6 marce un po’ lunghi. La Mazda CX-3 1.5 Skyactive-D è stata pensata più per contenere i consumi che per una guida al limite. In città si percorrono mediamente sui 19 km/litro che diventano oltre 22 in extraurbano. Calano, invece, i consumi in autostrada che comunque si attestano sui 16 km/litro. Grazie al serbatoio di 48 litri, le soste dal benzinaio non sono frequenti. Preciso lo sterzo e piuttosto morbido il cambio manuale. Bene anche la tenuta di strada della Mazda CX-3 grazie anche alle generose dimensioni degli pneumatici da 215. La frenata è ben modulabile, l’ESP tende ad intervenire di rado anche se si prova a far scodare il retrotreno. Nel complesso quindi uno degli elementi di pregio della Mazda CX-3 è la guidabilità.

COMFORT ED OPTIONAL
La Mazda CX-3 è il crossover di dimensioni medio piccole che presenta probabilmente l’equipaggiamento di serie più completo se confrontata con le dirette avversarie. La versione Exceed equipaggiata con il propulsore a gasolio da 105 CV costa 25.520 €. Con questa cifra si ha tutto l’occorrente per quanto riguarda sicurezza e comfort a bordo. Climatizzatore automatico, cruise control con limitatore di velocità, impianto audio Bose con 7 altoparlanti, radio digitale e telecamera posteriore. Sempre di serie la Mazda offre cerchi in lega da 18 pollici, correttore assetto fari, monitoraggio pressione delle gomme, Sistema intelligente di frenata in città (SCBS) con rilevamento pedoni (Pedestrian AEB), sistema multimediale Mazda Connect con schermo da 7 pollici e fari full LED. Ricordiamo anche la presenza dell’head-up display che proietta i dati principali sul vetro davanti al guidatore. Come optional rimane solo da scegliere colore e si possono avere sedili in pelle riscaldabili anteriormente oltre al pacchetto i-Activsense Technology che per soli 800 euro dà in più sistema intelligente di frenata in città, rilevamento dello stato di allerta del conducente (DAA – Driver Attention Alert), sistema di mantenimento della carreggiata (LAS – Lane-Keep Assist), monitoraggio dell’angolo cieco e cruise control adattivo. Il navigatore satellitare costa soli 400 €. Insomma diciamo che trovare un’auto a questo prezzo con un allestimento più ricco sia ad oggi difficile. Inoltre da precisare la buona qualità delle finiture interne che impreziosiscono ancor più la Mazda CX-3. Con 2.000 euro in più si può avere lo stesso allestimento caratterizzato dalle 4 ruote motrici, mentre la versione automatica offerta con il solo allestimento Luxury Edition costa oltre 32.000 euro.

PREGI
Rapporto qualità/prezzo ed equipaggiamento di serie
Linea molto riuscita

DIFETTI
Capacità del vano bagagli
Visibilità posteriore