Ormai ne è passato di tempo da quel maledetto 29 dicembre 2013, quando la vita del campione di Formula 1 Michael Schumacher si è spenta in un letto di ospedale. Da quel giorno la speranza di una minima ripresa del tedesco non si è mai spenta, purtroppo però una notizia giunta di recente non è affatto positiva.

Quel giorno di dicembre, quella sfortunatissima caduta dagli sci sulle nevi di Meribel, quelle vacanze di Natale che il sette volte campione iridato stava trascorrendo in famiglia, si sono poi rivelate fatali.

Solo dopo qualche mese dal ricovero in ospedale, giunse la notizia che Michael Schumacher si era svegliato dal coma. Ma da allora non sono più trapelate informazioni circa le condizioni dell’ex pilota Ferrari. Anche gli stessi Ross Brawn e il suo padrino della F1 Jean Todt, hanno lasciato intendere che l’unica cosa che bisogna fare è solo pregare.

Ripresa Micheal Schumacher, ecco il parere del luminare

Nonostante la speranza di una ripresa circa le condizioni di Michael Schumacher, e il desiderio di tanti amici ed ex colleghi di pista di rivederlo cosciente e in salute, arriva la conferma del Professore che spegne tutto ciò. Il neurologo specialista e luminare dell’ospedale di Zurigo, Erich Riederer, sostiene che secondo i suoi studi l’ex campione tedesco di F1 non si riprenderà mai più. Bisogna solamente pregare per un miracolo.

Durante un documentario mandato in onda da TMC e dedicato proprio all’ ex pilota automobilistico tedesco, il più vincente campione della Formula 1 e uno dei più forti piloti di tutti i tempi, il Professor Riederer ha rilasciato dichiarazioni non favorevoli alla ripresa del Kaiser di Kerpen.

Secondo il luminare lo stato vegetativo di Michael significa che l’ex campione è sveglio ma non risponde. Respira, il suo cuore continua a battere, c’è la possibilità che possa stare seduto ed eseguire dei piccoli passi se accompagnato, ma nulla di più.

Lo specialista Riederer: “Ritengo che quello sia il massimo che possa riuscire a fare. Lo vedremo di nuovo come prima dell’incidente? No, non penso proprio”.

Proprio qualche tempo fa non troppo lontano, Jean Todt, Presidente della FIA (Federazione Internazionale dell’Autobomile), aveva dichiarato di aver seguito in tv insieme a Michael Schumacher un GP di F1. Ovviamente, però, non c’è stata alcuna reazione da parte dell’ex pilota.