Mini Autovelox, ti prende da oltre 500 metri di distanza: altro che multe a raffica

I nuovi mini autovelox sono già all’opera in uno Stato specifico, sono pericolosi, ti prendono anche quando sei a 500 metri di distanza.

Mini Autovelox
Mini Autovelox – Motrori.News

La lotta ai limiti di velocità non ha mai tregua, per le forze dell’ordine. Ora arrivano addirittura, i mini autovelox, che rischiano di diventare un’arma davvero efficace. Il suo utilizzo al momento, ci sarà in un solo Stato Europeo, ma non è detto che anche altri Paesi del Eurozona lo possano adottare. Questa tecnologia è davvero efficace, e riesce a catturare, chi non rispetta i limiti, anche a distanze superiori ai 500 metri. Conosciamo meglio questi nuovi strumenti, e poi vediamo la Nazione che lì adotterà.

Nuovo mini autovelox
Questo nuovo strumento per combattere i limiti della velocità è davvero pauroso fate attenzione – motori.news

Questo nuovo tipo di autovelox

Il nome di questo nuovo autovelox è truSpeed, ed è delle dimensioni, poco più grandi di uno smartphone. Quella della dimensione è una delle caratteristiche più importanti, visto che il suo utilizzo viene semplificato di molto. Lo strumento è capace di raggiungere anche i mezzi distanti più di 500 metri, ed inoltre riesce a controllare la velocità, dei mezzi su ambe due le carreggiate. Una cosa che invece, non riescono a fare i normali autovelox, che infatti controllano una sola carreggiata.

Usa mini autovelox
Questo mini autovelox è una vera rivoluzione, soprattutto nelle sue dimensioni – motori.news

Il suo utilizzo è semplicissimo, basta puntarlo su una macchina ed esso ci dirà la velocità, e lo possiamo fare anche al momento. Questo perché, l’oggetto lo possiamo tenere in tasca, per poi catturare magari il malfattore al momento. Attenzione perché questi tipi di autovelox, non controllano solo la velocità. Essi una volta che vengono puntati sulla macchina, danno tutte le informazioni che si hanno, di quel mezzo. Quindi risale all’assicurazione, alla revisione, insomma ci fa un checkup competo della nostra auto. Oggi è ancora in fase di sperimentazione, ma uno Stato lì sta giù utilizzando.

Lo Stato che sta effettuando la sperimentazioni dei mini autovelox

Tranquilli non è l’Italia il Paese che lì sta utilizzando, ma è comunque confinante con noi. Stiamo parlando della Francia, dove mille mini autovelox sono stati consegnati alla Polizia Stradale. Altri ne saranno consegnati a breve, per aumentare la sicurezza stradale. Questo strumento, secondo la Polizia francese, sarà una vera rivoluzione, visto che è semplice da usare, lo sì può usare all’istante, ed inoltre aumenta i punti dove è possibile controllare. Ovviamente, ci deve essere sempre la segnalazione, che avverte il controllo della velocità.

Polizia francese logo
La Polizia francese è la prima forza dell’ordine ad utilizzare questi strumenti – motori.news

La sperimentazione di TruSpeed sicuramente sarà monitorata, da tutti gli Stati del mondo. Molto probabilmente, dai Paesi membri dell’Unione Europa, e quindi anche dall’Italia. Va detto che questi strumenti, sono capaci anche di guardare sé l’automobilista è al telefono, mentre guida. Questo ci fa capire come non sì scherza con questi autovelox, il controllo sulle strade diventa ancora più efficace. Vediamo i risultati che la Francia ci darà, e vedremo sé questo tipo di controllo, arriverà anche da noi.