Sanzione elevata per chi non rispetta il divieto di circolazione in caso di neve o ghiaccio sulle strade

La primavera e l’estate, si sa, sono le stagioni più amate dai motociclisti che, dopo tanto freddo, finalmente possono prendere in totale tranquillità il proprio mezzo. Tuttavia, anche se ci troviamo nel mese di aprile, non è da escludere una nuova parentesi dell’inverno protagonista, anche quest’anno, di forti nevicate e non solo.

Almeno fino al 15 di aprile, infatti, i possessori di moto dovrebbero fare attenzione per un semplice motivo: scade l’obbligo di montare pneumatici invernali sul rispettivo veicolo. Lo dice la Direttiva ministeriale del 16 gennaio 2013 che disciplina la viabilità nel periodo invernale. Tale decreto, tuttavia, impone lo stop ai motocicli e ciclomotori in caso di presenza di ghiaccio o neve sulle strade. E la disposizione vale anche per quelle moto o scooter che hanno montato pneumatici invernali.

Dunque, in questo caso, non si deve fare riferimento alla circolare del Ministero dei Trasporti n. 12424-DIV3-C del 27 maggio 2016. La stessa circolare, ricordiamolo, afferma: “Si ribadisce che ciclomotori e motocicli possono montare, nello specifico periodo stagionale, pneumatici di tipo M+S con un codice di velocità inferiore rispetto a quello riportato in carta di circolazione fino ad un minimo di M (130 km/h), senza alcuna necessità di modificare il citato documento di circolazione”. Ma, nonostante qualsiasi pneumatico montato sulla propria moto, esiste lo stop alla circolazione in caso di nevicate o in presenza di neve o ghiaccio sulle strade.

Chi non rispetta la disposizione menzionata poc’anzi, rischia una sanzione amministrativa che va da 85 a 338 euro. Quindi, fate attenzione ai possibili colpi di coda dell’inverno.