Mancano ormai pochi giorni all’arrivo del 2020 e anche il mercato piloti di MotoGP si appresta ad essere molto interessante e ricco di sorprese. Al termine del 2019, infatti, la maggior parte dei contratti dei big saranno in scadenza. Tutti i team cercheranno, dunque, di effettuare mosse d’anticipo per accaparrarsi i piloti migliori della classe regina.

E’ palese che qualsiasi squadra vorrebbe nel proprio box il marziano Marc Marquez nonché sei volte campione del mondo. Lo spagnolo risulta sui taccuini di ogni team, ma bisognerà fare i conti con la Honda che non se lo lascerà scappare facilmente. Anzi, a quanto pare, la scuderia Alata vorrebbe seguire un po’ le orme della Ferrari, cioè blindare il proprio beniamino proprio come ha fatto la rossa con Charles Leclerc (a Maranello fino al 2024). Ad ogni modo si dovrà considerare anche la scelta del team giapponese di aver affiancato a Marc il fratello Alex Marquez.

Il sogno Ducati si chiama Marquez, ma Vinales…

E’ vero il sogno nel cassetto della Ducati porta il nome di Marc Marquez, ma la rossa di Borgo Panigale dovrà fare i conti con alcune tematiche. La prima riguarda sicuramente il netto divario tecnico che necessita di migliorare nei confronti della Casa di Tokyo. Il secondo punto riguarda la necessità di un enorme spesa economica per la Ducati, si parla infatti, di più di 20 milioni di euro a stagione. Considerando, tra l’altro, che ad oggi l’attuale campione iridato guadagna già 15 milioni dalla Honda. Bisognerà per forza di cose cercare di convincere El Cambroncito a questa “rischiosa” scelta.

Se Marquez non dovesse arrivare l’alternativa della Ducati sarebbe quella di provarci con un altro spagnolo, Maverick Vinales. Il pilota Yamaha, per giunta, già a metà stagione scorsa sembrava quasi pronto a trasferirsi nel team italiano. La trattativa poi si arrestò dal momento in cui la Casa dei Tre Diapason ha fatto un salto in avanti in termini di prestazioni, scavalcando anche la scuderia di Borgo Panigale. Insomma resta tutto ancora in stand-by e bisogna vedere cosa accadrà e quale sia la scelta migliore per ‘Top Gun’.

In casa Yamaha il tandem Rossi-Quartararo?

La trattativa potrebbe essere positiva solamente dal momento in cui Vinales dovesse fare le valigie perché al suo posto subentrerebbe il talento francese Fabio Quartararo. Il futuro della Yamaha, però, è soprattutto nelle mani del veterano Valentino Rossi, che si troverà dinanzi ad un’ardua decisione: se continuare oppure no a correre in MotoGP. Come già accennato in qualche precedente intervista, il nove volte campione del mondo farà la sua scelta solo se ci saranno risultati all’inizio della stagione 2020. Qualora la sua volontà sarà quella di rinnovare il contratto con Yamaha almeno fino al 2021, allora la Casa di Iwata lo accetterà ben volentieri.