motogp-le-mans

Oramai l’emergenza sanitaria Coronavirus continua a minacciare e a mettere alle strette il mondo intero. Nelle ultime ore l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha ufficialmente dichiarato lo stato di pandemia globale per il Covid-19. Anche il mondo dello sport si è fermato. La situazione resta in bilico anche per quanto riguarda il mondiale di MotoGP, infatti, dopo la cancellazione del GP del Qatar e il rinvio di quello della Thailandia, è in forte dubbio anche il Gran Premio di Le Mans in Francia. Anche la Francia, infatti, sta subendo un incremento dei contagi si contano nelle ultime 24 ore 1370 contagiati, 30 morti e 203 nuovi casi.

Con molta probabilità anche il GP di Assen, in Olanda, rischia la cancellazione. In Argentina, invece, cui Gran Premio si dovrebbe disputare dal 17 al 19 aprile, ha registrato solamente 12 casi. Dunque per il momento la situazione sembrerebbe sotto controllo. Ovviamente bisognerà monitorare la situazione e capire l’evoluzione nelle prossime settimane. La potenza di questo terribile virus, purtroppo, viaggia di paese in paese e se non vengono adottate misure di controllo richieste si espanderà a macchia d’olio.

GP Francia, adottate misure precauzionali

Olivier Véran, ministro della sanità francese, ha abolito tutti gli eventi che prevedono l’aggregazione di oltre 1.000 persone. Mercoledì prossimo il match PSG-Borussia Dortmund, valido per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League, si disputerà a porte chiuse. Dal momento in cui la situazione del Coronavirus scatterà alla fase 3, il Governo francese bloccherà anche l’utilizzo di treni, autobus e metropolitane. Attualmente, però, la situazione in Francia non sembri essere delle migliori, infatti, il numero dei contagi è in forte aumento e c’è il rischio che si aggravi come successo in Italia.

Come già accennato in un nostro articolo recente, anche la gara del campionato Superbike di Le Mans (in programma il 28 e 29 marzo) è a forte rischio. E’ vero che per quanto riguarda la gara di MotoGP in Francia dovranno passare due mesi, ma fino ad allora non sappiamo come evolverà la situazione di emergenza. Voci di corridoio dicono che il Gran Premio francese potrebbe disputarsi a porte chiuse, ma il futuro ancora non si può leggere.