MotoGP, Aleix Espargarò: incidente nel test IRTA di Misano

Piccolo incidente per Aleix Espargarò durante la seconda giornata di test a Misano. Il pilota Aprilia ad Aragon on può fallire.

Aleix Espargaro (LaPresse)
Aleix Espargaro – Motori.News

La due giorni di test a Misano si chiude con largo anticipo per Aleix Espargarò che, prima della pausa pranzo nel day 2, ha rimediato una caduta alla curva 14 che gli ha provocato una micro frattura al dito mignolo della mano sinistra. Nulla di particolarmente grave e non sarà necessaria una operazione chirurgica, ma anche stavolta ha rischiato grosso il pilota Aprilia.

Infatti già a Silverstone è caduto poco prima delle qualifiche rimediando una frattura al tallone, non diagnosticata al centro medico. Ha ugualmente partecipato al Q2 e alla gara della domenica, nonostante il dolore, per non perdere terreno in campionato. Stavolta a Misano nulla di paragonabile, ma Aleix Espargarò ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari e dovrà tenere sotto osservazione la situazione, senza poter salire in bici nei prossimi giorni per allenarsi.

Aleix Espargarò guarda al prossimo GP

Aleix Espargaro (Ansa)
Aleix Espargaro – Motori.News

Nella giornata di martedì il pilota di Granollers ha collezionato 75 giri con la sua Aprilia RS-GP, chiudendo con il terzo crono nella classifica combinata del day 1. Mercoledì ha completato 36 giri prima di subire una caduta alla 14. Un leggero infortunio al dito ha messo fine in anticipo al test. “Ho una piccola frattura al dito, dovremo verificarlo di nuovo questa settimana – ha spiegato Aleix Espargarò dopo aver lasciato il centro medico del circuito di Misano -. Fortunatamente, non è qualcosa che necessita di un intervento chirurgico. Dobbiamo solo riposarci un po’“.

Nel weekend di gara è stato superato in classifica da Pecco Bagnaia che ora lo precede di tre punti, ma ad Aragon dovrebbe trovare il riscatto. Austria e San Marino erano due piste sulla carta difficili per la RS-GP22 e il suo pilota, invece al MotorLand la musica dovrebbe cambiare. “Per me inizia un nuovo Mondiale, arriva il mio tracciato e poi ci saranno le piste extra europee. Sto tenendo il passo di Fabio Quartararo in campionato, ma non quello di Bagnaia che ha fatto il doppio dei nostri punti“.

In merito ai test si è detto entusiasta delle piccole novità apportate dalla Casa veneta per la prossima stagione MotoGP. “Abbiamo potuto testare alcune cose per capire se funzionavano o meno. Dobbiamo mantenere la calma perché qui il grip è completamente diverso rispetto a un weekend di gara. Devi analizzare tutto attentamente e poi vedere se qualcosa è meglio o peggio. Avevamo alcune parti aerodinamiche da testare, ma l’ho fatto martedì pomeriggio“.