andrea-dovizioso-motocross

Ansia e preoccupazione per il team Ducati di MotoGP. Il pilota Andrea Dovizioso è stato vittima di un rovinoso incidente durante una gara di motocross, sul circuito di Monte Coralli, a Faenza, del campionato regionale Emilia Romagna. Il forlivese ha riportato la frattura della clavicola sinistra dopo aver battuto in maniera brusca la spalla al suolo. Il ducatista è stato immediatamente soccorso e trasportato in ospedale per maggiori accertamenti. La radiografia, purtroppo, ha poi confermato la frattura della clavicola sternale composta.

Andrea Dovizioso, stesso nella giornata di ieri, è stato operato a Modena per la stabilizzazione. Si è trattata di una vera e propria doccia fredda sia per il team Ducati che per lo stesso pilota di Forlì. Il 34 enne stava partecipando come ospite d’onore alla gara inaugurale del campionato regionale di motocross dell’Emilia Romagna. Il pilota del team di Borgo Panigale avrebbe dichiarato che durante la gara non stava tirando troppo, non voleva rischiare anche perché il passo dei primi era molto più veloce del suo.

Il motocross è stato da sempre una delle passioni del Dovi e così ha accettato di partecipare all’evento anche per prepararsi alla stagione 2020 di MotoGP che inizierà il prossimo 19 luglio a Jerez de la Frontera, Spagna. Questa a seguire è la dinamica dell’incidente spiegata da Andrea Dovizioso, che al quinto giro della gara è caduto violentemente a terra. Ecco quanto riportato da ‘tuttomotoriweb.com’:

“Sono atterrato da un salto e il posteriore mi è andato via sul lucido della terra, prima che il davanti si impuntasse. Ho fatto un highside e sono atterrato sulla spalla. Il primo pensiero è stato che si fosse rotta la scapola, poi ho iniziato a sentire male davanti, all’attacco della clavicola. È rotta, è rotta. Ho anche battuto la testa e per i primi secondi vedevo tutto sfocato”.

Dopo la caduta il fisioterapista Fabrizio Borra e la fidanzata Alessandra Rossi di Dovizioso, lo hanno accompagnato all’ospedale Morgagni di Forlì, dove si è sottoposto a radiografia che ha poi confermato la frattura della clavicola sinistra.

Andrea Dovizioso, quando potrà tornare in pista

Il Dovi è stato poi trasferito all’ospedale di Modena dove si è sottoposto ad intervento chirurgico eseguito dal professor Giuseppe Porcellini, che ha effettuato la stabilizzazione della spalla con l’applicazione di una placca per accelerare il recupero. Con questo tipo di intervento il 34enne potrà salire in sella alla moto già tra un paio di giorni per allenarsi e farsi trovare pronto per l’inizio della stagione 2020 travagliata dalla pandemia.

Insomma si tratta di un fulmine a ciel sereno capitato proprio nel momento sbagliato. Resteremo informati per ulteriori aggiornamenti.