MotoGP Argentina: Espargarò e Aprilia impresa storica, rimonta di Bagnaia

Aprilia conquista la prima vittoria in MotoGP: dopo la prima pole position nelle qualifiche Aleix Espargarò scrive un’altra pagina di storia.

Aleix Espargaro (Instagram)
Aleix Espargaro – Motori.News

Aprilia raggiunge un terzo traguardo storico nell’arco di pochi mesi: primo podio in MotoGP a Silverstone alla fine di agosto 2021, prima pole position nel sabato di qualifiche e vittoria a Termas de Rio Hondo. Aleix Espargarò firma una pagina importante per la Casa di Noale, ma il merito va ad una squadra che da anni ha lavorato sodo senza mai sconfortarsi davanti ai risultati deludenti e ai momenti difficili. “L’aspettavamo da tanto questa, forse è arrivata prima del previsto, lavorare e crederci – ha commentato l’a.d. Massimo Rivola a Sky Sport -. Aleix se lo merita ed è giusto che sia lui a conquistare la nostra prima vittoria”.

Per il maggiore dei fratelli di Granollers si tratta della prima vittoria in carriera in classe regina e mette finalmente fine alle voci di chi lo indicava come pilota “senza trionfi”. Un passo importante anche per la sua carriera che sicuramente proseguirà con Aprilia anche nel prossimo biennio: probabile che arriverà un repentino rinnovo di contratto come premio per questa giornata da incorniciare. “Sono molto felice, c’è voluto tanto tempo, tutto era pronto. Avevo il passo, ma la pressione era doppia perché tutti dicevano che sarebbe stato facile ma non è stato così. Negli ultimi 4 giri ero più forte e vorrei ringraziare tutta la famiglia Aprilia, siamo in testa al campionato… E’ davvero un sogno“.

La top-10 del GP di Argentina

Alex Rins (Instagram)
Alex Rins – Motori.News

Sul podio del GP di Argentina sale Jorge Martin del team Ducati Pramac. Il madrileno ha lottato per tutti i 25 giri di gara, ma a cinque tornate dal traguardo ha dovuto cedere la testa del gruppo al connazionale dell’Aprilia. “Ho sofferto un po’ ma sono stato costante. Sono contento per Aleix che ha vinto, ho fatto del mio meglio per dargli filo da torcere. Adesso ci aspetta Austin, una bella pista per me… Quindi a tutti gas“.

Terza piazza per la Suzuki di Alex Rins seguito dal compagno di squadra Suzuki Joan Mir. Degna di lode la rimonta di Pecco Bagnaia che, scattato dalla 12esima posizione, è andato a prendersi un 5° posto che rimpolpano il suo bottino punti in classifica. Continua la scia positiva della KTM con Brad Binder che porta a casa un 6° posto importante, davanti a Maverick Vinales e Fabio Quartararo. Nelle prime fasi del GP il campione francese della Yamaha ha perso diverse posizioni, ma nel finale ha recuperato risalendo fino all’ottava piaza.

A chiudere la top-10 ci pensano il rookie Marco Bezzecchi ed Enea Bastianini, entrambi con la Ducati Desmosedici GP21. Non arrivano al traguardo le Yamaha di Andrea Dovizioso e Franco Morbidelli a causa di un problema meccanico alle loro Yamaha M1.