MotoGP, Bagnaia pronto al volo: “Abbiamo risolto il problema”

Pecco Bagnaia subito nel gruppetto di testa al termine delle libere in Thailandia: inizia l’assalto finale al titolo MotoGP 2022.

Pecco Bagnaia (LaPresse)
Pecco Bagnaia – Motori.News

Inizia sotto una buona stella il weekend in Thailandia di Pecco Bagnaia che, al termine della prima giornata di prove libere MotoGP, conquista il secondo crono a soli 18 millesimi dal best lap di Johann Zarco. Sono tre le Rosse davanti al Buriram, insieme alla GP22 di Jorge Martin, mentre Enea Bastianini resta fuori dalla top-10 e stavolta rischia di partire lontano dal gruppo di testa, soprattutto se nelle FP3 non troverà condizioni di asciutto.

Finora il meteo non ha fatto le bizze, ma la pioggia minaccia il Gran Premio al Chang International Circuit. Pecco Bagnaia si augura una gara asciutta, visto che sul bagnato il rendimento con la sua Desmosedici è alquanto in dubbio dopo quanto visto in Indonesia e Giappone, ma nelle FP1 sembra abbia trovato delle risposte ad alcuni problemi di trazione sorti nell’ultima tappa a Motegi. Forse un problema di elettronica che ha riparato insieme ai suoi uomini ai box, ora tutto deve essere pronto per l’assalto finale.

Pecco Bagnaia prepara lo sprint mondiale

Pecco Bagnaia (LaPresse)
Pecco Bagnaia – Motori.News

La priorità era arrivare al GP della Thailandia con la mente sgombra da pensieri e la consapevolezza di avere a disposizione la moto migliore della classe regina in questo momento. Il quinto “zero” incassato domenica scorsa rischiava di dare un duro contraccolpo psicologico che fortunatamente non sembra esserci stato. “Al mattino ero ancora un po’ preoccupato perché il feeling era molto simile a quello in Giappone. Abbiamo dovuto riconsiderare alcune cose, ma abbiamo lavorato molto bene con la squadra. Poi dall’inizio delle FP2 il mio feeling con la moto è stato davvero ottimo… Abbiamo risolto il problema“.

Il pacchetto 2022 consente di correggere alcuni problemi riscontrati nell’ultima edizione del 2019, specie nel terzo settore. La Ducati ha sicuramente perso qualcosa in termini di potenza e top speed, ma ha guadagnato molto in percorrenza grazie ad  bilanciamento rivisitato dagli uomini di Borgo Panigale. A giocarsela per il gradino più alto del podio del Buriram potrebbe esserci anche Marc Marquez, il più veloce nelle FP1 e quarto crono al pomeriggio. “Penso che Marc abbia un buon ritmo in questo momento, proprio come noi. E’ sempre così competitivo e da tenere in forte considerazione“.

Nella giornata di sabato si attende la pioggia e potrebbe essere propiziatoria, sia per congelare la top-10 che entrerà direttamente nel Q2, sia per fare delle prove con gomme rain in caso di gara bagnata. “Quello che abbiamo capito oggi ci aiuterà anche sul bagnato, le due sessioni di libere sono state molto preziose“.