Dopo diversi infortuni e un inizio di stagione fallimentare su Honda, Jorge Lorenzo sarebbe giunto ad una clamorosa decisione, ossia il ritiro al termine della stagione. Ovviamente si tratta di un’indiscrezione che il cinque volte campione del mondo di MotoGP avrebbe preso durante questo periodo di riposo e di riabilitazione nella sua dimora di Lugano. Ricordiamo che il maiorchino è reduce da vari infortuni, l’ultimo più grave subito al termine delle FP1 di Assen dove è stato protagonista di una brutta caduta a 160 km/h in curva 7 che gli è costata la frattura della sesta vertebra toracica e una microlesione dell’ottava.

Dunque vari infortuni e un approdo su Honda del tutto negativo, Jorge Lorenzo starebbe pensando al suo possibile ritiro dalle corse. Una decisione ardua e difficile che ad oggi solo poche persone ne sono a conoscenza, tra queste Alberto Puig, team manager Hrc. Stando a quanto riporta il quotidiano la ‘Gazzetta dello Sport’ sembrerebbe addirittura che il campione spagnolo, ex Yamaha, in seguito a tutte le cadute si sia accorciato di un centimetro di altezza a causa delle compressioni dei dischi vertebrali.

Jorge Lorenzo pensò al ritiro già a dicembre

Lo scorso dicembre il rider spagnolo già rivelò di essere abbastanza prossimo al ritiro in seguito ad un periodo buio che lo portò ad una piccola depressione quando correva sulla Ducati ufficiale. Jorge Lorenzo nei mesi in cui era in attesa di un prolungamento di contratto (poi non andato a buon fine) con la scuderia di Borgo Panigale e prima che si accordasse con la Honda, ha pensato seriamente al ritiro perché nella sua testa si stava deprimendo. Queste a seguire sono le parole del 32 enne maiorchino che dichiarò a ‘Bt Sport’ prima del suo approdo con la Casa Alata:

“C’era solo la possibilità di entrare nella squadra satellite della Yamaha: era una buona opzione, ma non quella che avrei voluto. Normalmente quando immagino il mio ritiro, in molti casi mi sento felice, perché so che vorrebbe dire non dover più avere a che fare con la pressione o rischiare di farsi male. Ma in realtà non mi aspettavo che mi sarei sentito depresso quando questa possibilità si fosse avvicinata concretamente. Ed è così, ero molto vicino al ritiro”.

Per Lorenzo non c’è pace, gli infortuni sono sempre dietro l’angolo

Tante sono state le difficoltà avute durante l’anno dal numero 99 della Honda, soprattutto in termini di infortuni sempre dietro l’angolo nel corso della sua carriera. Special modo negli ultimi dieci mesi Lorenzo ha dovuto affrontare: la frattura della caviglia destra al GP di Aragon; l’infortunio al polso sinistro al GP della Thailandia (con tre gare ai box); la rottura dello scafoide sinistro che gli costò la partecipazione ai test pre-stagionali in programma a gennaio e febbraio; la frattura di una costola in Qatar e gli ultimi due incidenti subiti a Barcellona e ad Assen.