A causa dell’emergenza sanitaria Coronavirus, il campionato mondiale di MotoGP resta ancora fermo ai box. Nel frattempo ciò che va avanti è il mercato piloti in vista della prossima stagione 2021. In questo articolo parleremo in particolare delle trattative del team Ducati. La rossa di Borgo Panigale, infatti, pare sia l’unica tra i top team a non aver ancora confermato il rinnovo di almeno uno tra Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci. Il tempo scorre in fretta e si dovrà prendere presto una decisione.

Il direttore sportivo della Ducati Corse, Paolo Ciabatti, in una recente intervista rilasciata ai microfoni del noto sito ‘moto.it’, ha parlato di trattative. Secondo lui non ci sarebbe un limite, ma pensa che non si potrà prolungare l’attesa oltre la metà di giugno. Il direttore sportivo ha poi affermato che insieme al suo staff tecnico avevano deciso di attendere qualche gran premio prima di poter decidere sul da farsi. Ma ora come ora la situazione è ancora in stallo e quindi si dovranno muovere senza poter prima fare le dovute valutazioni.  

La Ducati punterà ancora su Dovizioso?

Malgrado non ci fosse più il tempo necessario per potersi muovere sul mercato, è anche vero che la Ducati non ha neanche la possibilità di poter valutare un’alternativa ai suoi piloti ufficiali. Dato che tutti i piloti top della classe regina sono già stati assegnati ai rispettivi top team, questo porta il team bolognese a dover confermare ancora Andrea Dovizioso. Ad ogni modo la firma del pilota forlivese sul rinnovo di contratto non è giunta ancora. Addirittura pare che nella trattativa sia subentrata la KTM, che vorrebbe accaparrarsi il 34 enne.

Ciò che fermerebbe il rinnovo della trattativa Dovizioso-Ducati, pare sia una questione di ingaggio. L’intoppo sul contratto, dunque, è prettamente di natura economica. Il campione del mondo della classe 125, pare che pretendi un aumento sul suo stipendio. La Ducati dal suo canto vuole, invece, ridurre il suo ingaggio soprattutto dopo la crisi sorta a causa della pandemia Covid-19.

Questo è ciò che rivela Paolo Ciabatti in merito alla trattativa del ‘Dovi’ il stand-by:

“Personalmente credo che al di là degli alti e bassi che ci sono in tutti i rapporti, la storia con Andrea è una storia di successi: è l’unico pilota che è riuscito a impensierire regolarmente Marc Marquez negli ultimi tre anni. Dovizioso è un pilota molto esigente, come lo è Ducati: credo da questo punto di vista abbiamo una visione comune. Dopo otto anni insieme, sarebbe bello poter continuare: non vedo problemi particolari per non continuare, ma è chiaro che la parte economica potrebbe essere un ostacolo”.

Ducati, a rischiare il posto è Petrucci

Dopo la luce dei fatti così come sono stati espletati dal direttore sportivo del team bolognese, pare che il matrimonio tra la Ducati e Dovizioso sia destinato a continuare. Magari le due parti riusciranno a raggiungere un accordo che soddisfi sia l’uno che l’altro. Il posto sulla seconda moto ufficiale, invece, traballa un po’. Infatti, pare che la permanenza di Danilo Petrucci (che forse passerà su una moto ufficiale in WSBK) sia parecchio in bilico e al suo posto potrebbe arrivare Jack Miller.