MotoGP, Ducati che imbarazzo: Bagnaia lo ignora, ci pensa Gigi Dall’Igna

Johann Zarco risponde con classe all’attacco social. Dopo la “dimenticanza” di Bagnaia, Ducati lo ringrazia con Gigi Dall’Igna. 

ducati-bagnaia-zarco-motogp
Zarco uomo squadra Ducati, eppure… – MotoriNews

Il fine settimana in Thailandia è stato segnato dall’improvviso arrivo della pioggia. Una gara quindi che rischiava di essere fatale per le speranze mondiali di Pecco Bagnaia, impegnato nella rimonta su Fabio Quartararo. Invece il campione in carica è naufragato a causa delle gomme, mentre l’alfiere Ducati ha limitato alla grande i danni. Questo grazie anche a Johann Zarco: il pilota Pramac ci ha provato, ma visti i grossi rischi e la posizione di Bagnaia ha infine lasciato perdere. L’ha così anche protetto da Marc Marquez, ma a quanto pare non è stato sufficiente nemmeno per un “grazie” dal pilota piemontese… Ci ha dovuto pensare Gigi Dall’Igna.

Attacco a Zarco, il pilota Ducati risponde

Oltre a questo, anche la beffa. Dopo l’attacco a Bastianini per non aver fatto gioco di squadra, gli insulti sono per Zarco proprio per l’esatto opposto. Imbarazzante per i “tifosi” social… L’alfiere Pramac Ducati, sempre sincero e trasparente, ha risposto con un lungo post“Una gara in cui ho avuto la possibilità di vincere. La velocità però è arrivata un po’ in ritardo o la pista ha impiegato un po’ troppo ad asciugarsi. Quando la traiettoria si è asciugata, chissà perché sono diventato più veloce degli altri. Ma la molta acqua all’inizio mi ha fatto perdere troppo tempo. Come in Indonesia, Jack e Miguel sono stati incredibili in partenza, io invece arrivo “quando il gioco è finito”. Posso dire che ho avuto tempo per pensarci in gara e mi fa davvero incazzare. A 4 giri dalla fine avevo 2,7 secondi da recuperare ma, anche se sono più veloce, non è tutto facile. La moto scivola molto, la pista è sporca, la ruota anteriore si blocca dalle 5 alle 10 volte al giro, quindi si rischia di cadere. Per questo non ho insistito nei miei ultimi giri. Una gara persa, preferisco voltare pagina e riprovarci. Era però necessaria una piccola precisazione, grazie a chi mi ha capito. E per chi non può: “La ruota girerà.” Potrebbe essere più facile in questo modo.”

Il grazie da Gigi Dall’Igna

Infine, ci pensa qualcun altro in casa Ducati ad evidenziare il suo lavoro, ovvero Gigi Dall’Igna. Johann Zarco ha anche fatto il ‘tester’ nel corso dell’anno, il suo impegno è diventato fondamentale per Borgo Panigale. Bisogna ringraziarlo ha scritto Dall’Igna via Linkedin. “Un sorpasso finale sarebbe stato un rischio vista la condizione della pista. Ha rinunciato così ad un podio alla sua portata.” Qualcuno se n’è accorto…