MotoGP: Ducati, frecciatina al suo pilota. “Forse per lui non è abbastanza…”

Chi affiancherà Bagnaia nel 2023? Sicuramente non Miller, anzi da Ducati non manca una frecciatina all’australiano. 

jack-miller-ducati-motogp
Jack Miller, Ducati – MotoriNews

In MotoGP si è aperto ufficialmente il mercato piloti. Voci che si rincorrono, ipotesi più o meno veritiere, boss e piloti che ormai non negano più eventuali proposte d’interesse per la prossima stagione mondiale. Una matassa difficile da districare, che influisce anche sulla concentrazione dei ragazzi in azione, chiamati a dare il massimo per farsi notare. Ducati ha parecchio da fare con otto piloti, uno solo dei quali già blindato per i prossimi due anni. Ma sembra ormai quasi certo il cambio del secondo alfiere del team factory, con Miller in partenza per fare spazio a Martin od a Bastianini. Ma non manca una frecciatina verso l’australiano…

Prove di 2023

Paolo Ciabatti, direttore sportivo Ducati, non mostra particolare preoccupazione per quanto riguarda il futuro. Pecco Bagnaia è già confermato, anche se ancora si attende qualche dimostrazione in più… Dall’altra parte del box e nei team satelliti invece mancano ancora conferme ufficiali. Anche se non sembra troppo lontano ad esempio il rinnovo dell’esperto Johann Zarco in Pramac Racing. Per gli arrembanti Jorge Martin ed Enea Bastianini invece bisogna scegliere la collocazione: team satellite o squadra factory accanto a Bagnaia? Chiaramente c’è un solo posto libero, che i due si stanno giocando. Ed al momento l’italiano è in nettissimo vantaggio, con l’inizio nero dello spagnolo… Questo indica anche che Jack Miller non rimarrà in Ducati Team, da vedere poi se rimarrà in rosso o sceglierà un altro marchio.

“Potrebbe scegliere un’altra strada”

Il meno certo di tutti infatti è proprio l’australiano, dalla sella in bilico da ben prima dell’inizio della stagione. Sembrava solo una voce, ma Ducati non ha mai smentito la cosa, un quadro già visto… Da Paolo Ciabatti non arrivano parole troppo rassicuranti per Miller riguardo il suo futuro in rosso. “Vedremo se riusciremo a continuare anche con lui, Jack è un gran pilota e ci piace molto” ha dichiarato ad Autosport. Segue però una frecciatina. “Possiamo offrigli qualcosa che forse per lui non è abbastanza. Potrebbe quindi scegliere un’altra strada ha continuato Ciabatti. Uno sforzo quindi per tenerlo, ma non eccessivo, con l’australiano che sembra essere già desiderato da altri marchi. L’ufficialità però non c’è ancora, ma in Ducati hanno una sorta di data di scadenza per confermare le proprie formazioni. “Stiamo valutando la situazione, tra il Mugello ed Assen avremo le idee chiare.” Ovvero tra fine maggio e fine giugno.