La notizia era già in circolo da un po’ all’interno del paddock di MotoGP, ma adesso è giunta in via ufficiale. Danilo Petrucci non sarà più il pilota della KTM a partire dalla prossima stagione 2022. Con lui stessa sorte anche per il team-mate alla Tech3, Iker Lecuona. Entrambi, infatti, non hanno ricevuto il rinnovo di contratto da parte della squadra satellite austriaca. Per l’anno prossimo il team con sede a Mattighofen schiererà in pista i già annunciati Remy Gardner e Raul Fernandez.

Raul Fernandez, pilota spagnolo di 20 anni e attualmente militante nel campionato di Moto2 insieme a Gardner, ha dichiarato che onestamente si reputa davvero soddisfatto di questa opportunità che gli è stata offerta dalla KTM, sia per quest’anno che per il prossimo. Ha imparato molto e si sta godendo la Moto2, a tal punto da ritrovarsi in condizione di avere la chance di entrare in MotoGP e di questo è molto grato. Arrivare in massima categoria è il sogno di qualunque pilota.

Lo spagnolo nativo di Madrid e che occupa le prime posizioni in classifica generale piloti nella classe di mezzo e che gli spetta di merito il passaggio in classe regina, ha poi spiegato che per ora la cosa più importante è continuare a concentrarsi su questa stagione e dare il massimo fino all’ultima gara, per provare a lottare per il campionato. Se non ci riuscirà, andrà bene così: tutto succede per una ragione e bisogna guardare il lato positivo. Quest’anno, sostiene Raul, era debuttante e vuole chiudere il capitolo e poi ripartire nel 2022, dove cercherà un buon feeling con la moto e, soprattutto, cercherà di divertirsi.

Per Danilo Petrucci il “licenziamento” da parte della KTM è stato come un fulmine a ciel sereno, dato che è rimasto molto deluso soprattutto del comportamento dei vertici. Il pilota di Terni si è molto infuriato, malgrado non fosse stupito da questa notizia: ma sperava almeno che lo rispondessero al telefono. Secondo lui, per educazione, forse, sarebbe stato meglio risponderlo e magari aspettare qualche ora a fare questo annuncio. Ma non è una sorpresa, semmai è più deluso per il comportamento tenuto da giugno ad oggi da certe persone, di cui non ha voluto citare il nome.

Il ‘Petrux’ potrebbe trovare qualche soluzione lontano dal Motomondiale, infatti, pare sia vicino un suo ritorno sulla Ducati di Borgo Panigale, ma andando a sostituire Scott Redding nel campionato di Superbike.