La notizia era ormai nell’aria. Alcune indiscrezioni circolavano già ieri al termine del Gran Premio d’Austria del Red Bull Ring (vinto da un eccezionale Andrea Dovizioso su Ducati ufficiale), secondo cui Johann Zarco avrebbe chiesto il divorzio alla KTM. Quest’oggi è giunta l’ufficialità. Il pilota francese dirà addio alla scuderia austriaca già a fine stagione. Un matrimonio durato solamente un anno dopo tante negatività. Purtroppo per il classe ’90 è stato un anno inaspettato in termini di risultati e prestazioni, infatti, Zarco non è riuscito ad improntare il suo stile di guida che aveva sulla Yamaha satellite sulla RC16.

A dare la notizia ufficiale è stato Stefan Pierer, CEO di KTM, il quale ha dichiarato il divorzio, tra la scuderia austriaca e Johann Zarco, durante un’intervista rilasciata ai microfoni di ‘SpeedWeek.com’. Il francese ex Yamaha è dai test invernali ad oggi che non è riuscito ad esprimere tutto il suo talento, ma solamente un forte disagio e prestazioni deludenti. Allo scoro Gran Premio di Jerez il pilota aveva dichiarato “guerra” alla KTM e già allora fu richiamato dallo staff della scuderia. Ma è dopo l’ultimo gran premio del Red Bull Ring, chiuso in 12 esima posizione e ad oltre 11 secondi dalla KTM del rookie Miguel Oliveira, che il giocattolo si è rotto il giocattolo. Una volta completata la gara austriaca Zarco ha voluto un colloquio con il CEO di KTM richiedendo la rescissione del contratto.

Dal comunicato stampa ufficiale emanato oggi dalla KTM si può leggere:

“Johann Zarco e la Ktm non completeranno la seconda stagione del loro contratto biennale nel 2020. L’ex campione del mondo di Moto2 e il team ufficiale hanno deciso consensualmente di concludere il suo periodo in arancione alla fine della stagione 2019”.

Zarco addio KTM, la scuderia pensa già al prossimo sostituto

Dopo l’ufficialità dell’addio di Johann Zarco alla KTM a fine stagione 2019, la scuderia austriaca già è a lavoro sul prossimo pilota che subentrerà al francese. Diversi sono i nomi dei papabili sostituti del francese, il principale sembrerebbe essere Jack Miller, ma l’australiano pare sia sul punto di rinnovare con la Ducati Pramac e più volte ha ribadito di restare con la scuderia di Borgo Panigale e di voler lottare per il podio. Altri nomi sono delle vere e proprie suggestioni, ma nulla è impossibile. Si tratta di Dani Pedrosa, che però ha detto di non voler correre più, e Alvaro Bautista, il quale per adesso risulta senza contratto. Oltre al possibile sostituto di Zarco, a questo punto ci chiediamo anche del futuro del pilota francese. Pare che per il talento transalpino non ci sarebbero selle libere per la prossima stagione e, a meno che non ci siano novità in vista, le alternative sarebbero quella di un anno sabbatico oppure di approdare in Superbike.