MotoGP: Enea Bastianini “freccia rossa”, Ducati a tutta Italia. Azzardo o mossa giusta?

Ducati ha infine scelto, Enea Bastianini affiancherà Bagnaia nei prossimi due anni. Un duo italiano, un “azzardo” interessante.

enea-bastianini-ducati-factory-social
Ducati ha scelto, ecco Enea Bastianini! – MotoriNews

Si è conclusa oggi la lunga attesa per sapere chi avrebbe affiancato Pecco Bagnaia nel prossimo biennio. Ducati ha ufficializzato la sua scelta ad una settimana dalle prime prove libere al Misano World Circuit, sentita tappa di casa del marchio. E Gran Premio importante anche per quelli che saranno i ragazzi del team factory nelle prossime due stagioni in MotoGP. Accanto al pilota lanciato all’inseguimento di un solidissimo Fabio Quartararo infatti c’è il giovane che, con un team satellite, ha centrato tre vittorie quest’anno. Il pupillo di casa Gresini, Enea Bastianini, è il prescelto e Ducati l’ha presentato con questo cartello via social.

enea-bastianini-ducati-motogp-social
Enea Bastianini in Rosso nel prossimo biennio – MotoriNews

Ducati ha (finalmente) scelto

Ce n’è voluto di tempo per ufficializzare la decisione. Ma ora è certo, Enea Bastianini dividerà il box con Bagnaia per le stagioni 2023 e 2024 nella classe regina del Motomondiale. Una scelta però tutt’altro che scontata tra l’italiano del team di Nadia Padovani e Jorge Martin di Pramac-Ducati. “Sia Enea che Jorge sono due ragazzi molto veloci ha sottolineato Luigi Dall’Igna, direttore generale di Ducati Corse. Ma all’atto pratico cambieranno solamente i colori della livrea: “Abbiamo voluto assicurare ad entrambi lo stesso materiale e lo stesso supporto tecnico.” Ducati quindi garantirà esattamente il medesimo trattamento a Bastianini ed a Martin. Il primo però sarà una “freccia rossa“, vista la sua firma con il team ufficiale. L’italiano quindi diventerà uno dei due ragazzi di riferimento per la casa di Borgo Panigale, da cui ci si aspetta quindi una lotta dal sapore mondiale.

Bagnaia-Bastianini, nuovo azzardo

Il pilota piemontese è già impegnato in una (disperata?) rimonta su un Quartararo che non cede nemmeno sui tracciati a lui più indigesti! Affiancato da un Jack Miller già fuori dalla battaglia mondiale, quindi chiamato a fare da scudiero all’attuale compagno di box. Se ci riesce, visto che il campione francese l’ha beffato piuttosto agevolmente sull’ostico Red Bull Ring… Ora Bagnaia ha gioco facile, nessuna Rossa deve ostacolarlo fino a fine anno, come richiesto da Gigi Dall’Igna. Ma Enea Bastianini come la penserà l’anno prossimo? Si parte da zero e ad armi pari, da vedere quindi chi saprà gestire meglio questo importante fardello. Ducati rischia ancora: dopo Dovizioso-Iannone e Dovizioso-Petrucci (lasciati non esattamente in buoni rapporti) si gioca di nuovo d’azzardo per il biennio 2023-2024. Bagnaia e Bastianini sapranno gestire la pressione ed il loro rapporto tra compagni di box? Dall’anno prossimo avremo la risposta.