MotoGP, il mercato scopre le carte: la decisione di Alex Rins

Il mercato piloti MotoGP gioca ormai a carte scoperte: le ultime probabili mosse prima degli annunci ufficiali.

Alex Rins (LaPresse)
Alex Rins – Motori.News

I giochi di mercato MotoGP sono quasi al capolinea, nelle prossime settimane si dovrebbero avere tutti gli annunci ufficiali, o quasi. Per conoscere il vincitore del ballottaggio tra Enea Bastianini e Jorge Martin, in palio il posto nel team Ducati factory, dovremo attendere la fine di agosto. Per allora le altre mosse sullo scacchiere dovrebbero essere già piazzate.

Si comincia da casa Honda, dove tutti risultano bocciati ad eccezione di Marc Marquez, tra l’altro legato al costruttore fino alla fine del 2024. Pol Espargarò ritornerà in KTM con il team satellite Tech3, Taka Nakagami resterà fuori dai giochi del Mondiale e presumibilmente ricoprirà un’altra carica per l’Ala dorata, magari come secondo collaudatore al fianco di Stefan Bradl. Invece c’è incertezza per Alex Marquez: il suo destino sarà in Gresini con Ducati o in RNF con Aprilia. Resta l’unico dubbio ancora in piedi.

Il dubbio di Alex Marquez

Alex Marquez (LaPresse)
Alex Marquez – Motori.News

Le altre mosse di mercato sembrano quasi scontate, anche se fino alla firma qualcosa potrebbe ancora cambiare. Alex Rins e Joan Mir sono ad n passo dalla Honda, il primo con il team satellite LCR di Lucio Cecchinello, dove probabilmente affiancherà il talento giapponese della Moto2, Ai Ogura. Il campione maiorchino salterà sulla RC213V del team factory dove farà coppia con Marc Marquez.

Miguel Oliveira presto annuncerà l’inizio di una nuova pagina professionale con Aprilia RNF, la squadra di Razlan Razali che ha deciso di scorporarsi da Yamaha al termine di questa stagione MotoGP. Dal prossimo anno adotterà le RS-GP22 con le ultime specifiche che vedremo a Valencia, ma per il secondo nome c’è ancora incertezza. Due i nomi più probabili: Alex Marquez o Raul Fernandez.

Gresini Racing a breve rinnoverà con Fabio Di Giannantonio, ma nell’altro angolo del box non ci sarà Enea Bastianini. Anche in questo caso si valutano i nomi di Raul Fernandez e Alex Marquez, con il secondo che sembra favorito, come annunciato anche dal d.s. Paolo Ciabatti in una recente intervista a Dazn. Nulla da fare per Celestino Vietti che dovrà attendere per il salto in classe regina, anche se riuscirà a vincere il titolo Moto2. L’uscita di Suzuki dal Mondiale riduce i posti disponibili da 24 a 22. Ma ci teniamo a ripeterlo: le sorprese in MotoGP non finiscono mai.