Dal punto di vista sportivo, il 2017 non si è chiuso nel migliore dei modi, ma la voglia di ripartire in vista della prossima stagione è tanta. Valentino Rossi, dopo il quinto posto nell’ultima classifica del Mondiale MotoGP, sa bene che il 2018 dovrà essere, in un certo senso, l’anno della rinascita per raggiungere il decimo titolo iridato, un traguardo tanto bello quanto difficile.

I 90 punti di distacco da Marc Marquez, Campione del Mondo, devono far riflettere il pilota della Yamaha fermato, tuttavia, dall’infortunio a tibia e perone rimediato a fine agosto durante un impegnativo allenamento in enduro. Ma il “Dottore”, come soprannominato dai tuoi tifosi, vuole tornare nuovamente protagonista, ma non solo.

Infatti, durante un’intervista a Speedweek, magazine tedesco, Valentino Rossi ha svelato anche un sogno, ai più nascosto: “In futuro sarà interessante provare a mettere su un team in MotoGP ma è un mondo completamente diverso, ci sarà bisogno anche di un costruttore. Per adesso ci limitiamo alle altre due classi, ad aiutare i giovani”.

Probabile che, al massimo tra un anno e mezzo, quanto il pilota italiano compirà 40 anni, gli appassionati ammireranno una scuderia marchiata Valentino Rossi…anche in MotoGP. Per iniziare una nuova avventura. Per vincere anche senza salire in sella.



È un blogger che ama i motori. Dal 2006 ha seguito varie manifestazioni sportive, con buoni risultati. Suo padre dice sempre “se insisti e resisti, raggiungi e conquisti”, dunque non vede perché debba fermarsi proprio adesso. È edonista, lo afferma da una vita,