Dopo la brutta caduta rimediata lo scorso Gran Premio di Jerez (prima tappa della stagione 2020 di MotoGP), è andata a buon fine l’operazione a cui si è sottoposto Marc Marquez, a seguito della frattura completa all’omero del braccio destro.

L’otto volte campione del mondo è stato operato presso la clinica Dexeus di Barcellona dal professor Xavier Mir. L’intervento chirurgico è riuscito alla perfezione. Nel braccio del pilota spagnolo è stata inserita una placca per ridurre le tre fratture riportate all’omero.

Fortunatamente, dalla brutta caduta, Marc Marquez non ha riportato l’interessamento del nervo radiale, il quale risulta in perfette condizioni. Subito dopo l’impatto al suolo, il campione di Cervera non riusciva a muovere le dita della mano destra e questo aveva lasciato presagire il peggio, ovvero che fosse stato compromesso anche il nervo. Infatti, qualora ci fosse stato anche l’interessamento di questo nervo, i tempi di recupero sarebbero stati molto più lunghi e di conseguenza anche il ritorno alle corse.

Infortunio Marc Marquez, i tempi di recupero

Come già detto sopra, i tempi per la riabilitazione del pilota della Repsol Honda non sono lunghi, dato che il nervo radiale non è stato compromesso. Per capire con esattezza i tempi di recupero, bisognerà aspettare l’evolversi della riduzione dell’infiammazione all’omero del braccio destro e il suo grado di funzionalità.

Se il post-operatorio di Marc Marquez dovesse seguire la tempistica prevista in questo tipo di infortuni, ci sarebbe l’ipotesi di rivedere in pista ‘El Cabroncito’ già alle prove libere del Gran Premio di Brno, in Repubblica Ceca, del 7 agosto prossimo.

Sicuramente il classe ’93 salterà il GP dell’Andalusia, in programma sul circuito di Angel Nieto, il prossimo weekend 24-26 luglio. Per il momento, tra l’altro, il team Honda non ha interpellato alcun sostituto dello spagnolo.

Se la situazione andrà avanti nei tempi previsti, il campione del mondo in carica, rientrerà alla terza tappa della stagione 2020 di MotoGP. Dunque, se tutto andrà bene, salterà solamente il prossimo Gran Premio di Jerez. La conquista del nono titolo mondiale (che lo eguaglierà a Valentino Rossi) non è compromessa. Certo con il rientro a Brno dovrà colmare il divario di punti che lo distanziano da Fabio Quartararo, Maverick Vinales e Andrea Dovizioso, ma questo non spaventa Marc Marquez.