MotoGP, l’imbarazzante caso Yamaha: il collaudatore meglio del pilota ufficiale

Yamaha in imbarazzo in queste ultime gare del 2022. Il tester/sostituto Cal Crutchlow sta facendo meglio di Morbidelli… 

yamaha-crutchlow-motogp-social
Yamaha ed il caso del secondo pilota – MotoriNews

La strada verso il secondo titolo piloti per Fabio Quartararo e Yamaha è ancora ricco di insidie. Il campione in carica ha respirato un po’ di più visti i disastri di Pecco Bagnaia ed Aleix Espargaro a Motegi. Caduta con sarcastico applauso a se stesso per il ducatista, un incredibile errore umano prima del via per l’alfiere Aprilia. ‘El Diablo’ ha guadagnato qualche punticino, ma continua a faticare, anche se sta facendo miracoli. Ma in Yamaha i problemi non sono finiti, anzi s’è creata una situazione imbarazzante per Franco Morbidelli. Il collaudatore Cal Crutchlow, subentrato al ritirato Dovizioso due GP fa, va ben più forte di lui…

Con Yamaha nel 2023, ma…

L’accordo c’è, Franco Morbidelli rimarrà legato al team ufficiale Monster Yamaha anche per la prossima stagione. Non per questo però i dubbi si sono dissolti, tanto che s’è parlato più volte di risoluzione prematura… Ma dai vertici è arrivata la costante conferma che il pilota italiano rimane e che in Yamaha stanno facendo di tutto per aiutarlo a ritrovarsi. Già, perché il Morbidelli 2022 continua ad essere la bruttissima copia di quel pilota che ha chiuso da vice campione MotoGP nel non lontano 2020. L’anno scorso c’è stato il grave infortunio, ma ormai è acqua passata. Sta di fatto però che il secondo pilota Yamaha continua non brillare, anzi rimane costantemente nelle zone basse della classifica in ogni gara. Da un paio di gare s’è addirittura creata una situazione che certo non aiuta Iwata, anzi non fa che aumentare voci e dubbi.

Il collaudatore è più veloce!

A Misano, Andrea Dovizioso ha definitivamente chiuso il suo lungo capitolo MotoGP. Al suo posto, Yamaha ha schierato il suo collaudatore europeo Cal Crutchlow, anche quest’anno attivissimo nonostante l’annunciato ritiro… Dal GP ad Aragon quindi il britannico s’è preso la M1 targata RNF, per concludere l’ultima stagione assieme a Yamaha della squadra di Razlan Razali, dall’anno prossimo con Aprilia. Che dire però se non che Cruchlow è già diventato indispensabile. Con la sfortuna di Quartararo al MotorLand, è stato proprio lui il salvatore del bilancio Yamaha! A Motegi invece s’è dimenticato dei dispositivi di partenza, precipitando in coda al via. Ma nonostante tutto è risalito e ha chiuso a neanche due decimi da Morbidelli. Autore di un’altra gara senza infamia e senza lode, incolore. Come Quartararo, che ha chiuso però 8°, ‘Morbido’ invece 14°… “Il vecchio cane è più veloce dei giovani” è stato il commento sarcastico di Crutchlow a gara conclusa. Ed il riferimento non era certo per il collega campione in carica.