MotoGP: Marquez-Ducati, la sfida della vita. “Sarò il primo a dire che…”

Alex Marquez lascerà Honda per approdare in Ducati nel 2023. Una sfida che deciderà il suo futuro in MotoGP. 

alex-marquez-ducati-gresini-social
Alex Marquez con Nadia Padovani Gresini – MotoriNews

In MotoGP, il cognome Marquez è indissolubilmente legato a Honda. Che si tratti di Marc o di Alex, è stato un binomio solido. O almeno lo sarà fino alla fine di questa stagione, visto che il minore della famiglia se ne andrà. Di questi giorni infatti l’annuncio che Alex Marquez ha scelto di cambiare aria, accettando la proposta di Ducati e del Gresini Racing. Un cambio radicale deciso dal pilota di Cervera, che non sta ottenendo i risultati che si aspettava, dando non solo la colpa a Honda ma facendo anche un mea culpa. E si mette già sotto pressione per la prossima stagione mondiale.

Marquez-Honda, non ci siamo

Honda sta vivendo il suo periodo più nero in MotoGP. I grandi cambiamenti operati sulla rivoluzionaria RC213V non hanno portato i risultati sperati. Tutti i piloti, compreso il campione Marc Marquez prima dello stop per il quarto intervento, hanno rilevato gli stessi gravi problemi. La nuova moto non va e la luce in fondo al tunnel non appare così vicina. Alex Marquez, come gli altri colleghi di marca, non è soddisfatto di quella che è la sua terza stagione mondiale. Il feeling con la sua MotoGP non c’è, o c’è a corrente alternata, e lui stesso ha fatto autocritica, sottolineando i suoi punti deboli troppo evidenti. “Al momento mi darei un 5, anzi meglio un 4.8” ha dichiarato Marquez jr sulla sua prima parte di stagione. Nel corso del GP di Germania Lucio Cecchinello, boss del team satellite LCR, aveva affermato però di voler puntare ancora sul #73 di Cervera. Ma è stato lo stesso pilota a dire apertamente basta, parlando col suo capo prima dell’ufficialità dell’accordo con il team Gresini.

Marquez-Ducati, la rivoluzione

Una scelta molto interessante. Al momento la Desmosedici appare come la “moto dei sogni” dell’intera griglia MotoGP, ovvero la più solida e competitiva. Un peccato che sia mancata la costanza da parte del pilota di punta, ma sulla moto c’è poco da dire. Ecco perché Alex Marquez s’è subito lanciato in questa nuova avventura. “Avevo bisogno di cambiare” ha sottolineato il bicampione del mondo. Ma ancora una volta è severo con se stesso. “Se l’anno prossimo non va come deve andare, sarò il primo a dire che non servo, che non posso stare qui.” Alex Marquez si mette quindi già sotto pressione, lui stesso a caccia di risposte.