honda-2020-marc-marquez-alex

In questo periodo segnato ancora dall’emergenza sanitaria Coronavirus, si parla tanto anche di mercato piloti per quanto riguarda il Motorsport. Il campione del mondo in carica di MotoGP, Marc Marquez, come ben sappiamo, ha già firmato il rinnovo di contratto con la Honda HRC per altre quattro stagioni. Per lo spagnolo, dunque, non sussiste questo problema per il futuro in classe regina, questione diversa invece per altri piloti cui rinnovi sono in ritardo.  

Il sei volte campione iridato di MotoGP, per sopperire alla questione dei ritardi relativi ai contratti dei colleghi, avrebbe proposto un’interessante soluzione. Secondo il 27enne di Cervera il suggerimento sarebbe quello di prendere in considerazione il congelamento degli attuali contratti dei piloti fino alla fine della stagione 2021. Adottare, quindi, la medesima modalità applicata già per la progettazione dei nuovi propulsori e degli aggiornamenti aerodinamici delle nuove moto.

Le dichiarazioni di Marc Marquez

Di seguito le dichiarazioni rilasciate dal campione di Cervera in una recente intervista esclusiva rilasciata a ‘Marca’. Ecco quanto riportato da ‘automotorinews.it’:

“La situazione è difficile. Nel mio caso, avevo già rinnovato per quattro anni con la Honda. Ma è vero che ci sono molti che non hanno ancora firmato un contratto, incluso mio fratello (Alex), che vogliono tutti dimostrare di meritare un posto in MotoGP, Moto2 o Moto3. Forse i team dovranno avere una mentalità leggermente più aperta, perché una delle cose già fatte è congelare le moto dal 2020 al 2021”.

Marc Marquez ha poi aggiunto che secondo lui questa proposta sarebbe una mossa saggia in quanto il budget delle squadre sarà influenzato dal Covid-19. Dunque il consiglio è quello di congelare i contratti dei piloti e procedere come se quest’anno non fosse mai iniziato. Il pilota spagnolo è comunque consapevole che queste decisioni non spettano a lui. Da parte sua non ci sono disagi perché il suo contratto è già stato firmato e depositato. Ma la sua volontà è quella di correre ancora perché è proprio in pista che si dimostra il talento, il valore e il livello professionale di un pilota.

Anche Alex Marquez spera in una proroga del contratto

Anche il fratello minore di Marc, Alex Marquez, nonché suo team-mate con Repsol Honda, vorrebbe che gli fosse concessa (così come ad altri piloti) la possibilità di dimostrare in pista di essere all’altezza di una proroga del contratto. Secondo il campione di Moto2 ciò che desidera è di gareggiare e vincere il rinnovo tramite i suoi risultati, non attraverso una decisione a tavolino senza correre nemmeno una gara.

Ad oggi i piloti che hanno un contratto fino al prossimo anno 2021 sono cinque, ossia: Alex Marquez, Fabio Quartararo, Maverick Vinales, Alex Rins e Tito Rabat. Tra questi il francese della Yamaha Petronas cambierà team.