E anche il Gran Premio di Misano è giunto al termine. La terz’ultima tappa della stagione 2021 del campionato mondiale di MotoGP ha visto il ritorno al trionfo di Marc Marquez su Repsol Honda, lo spagnolo è stato seguito sul podio dal connazionale e team-mate Pol Espargarò e da Enea Bastianini su Ducati. Ma la vera notizia è che in Emilia Romagna il francese Fabio Quartararo si è laureato campione del mondo con due appuntamenti in anticipo. Una tappa speciale, tra l’altro, anche per Valentino Rossi che ha salutato la marea gialla per l’ultima volta sul circuito italiano.

Doveva essere una grande festa per il nove volte campione del mondo, e così è stata fino alla fine. Malgrado il suo decimo posto ottenuto nella sua ultima gara di Misano. Lacrime, sorrisi, ovazioni, cori e molto altro per un grande pilota come il pesarese. Una carriera, la sua, condita da spettacolo, emozioni, paure, tormenti e gioie. Al termine della gara tricolore Valentino Rossi ha dichiarato di essere stato molto contento, perché ha fatto una buona gara ed era il modo migliore per dire ciao. Non voleva fare una brutta gara e rimanere dietro, quindi ha tentato di rimanere concentrato, perché partire dal fondo della griglia è sempre difficile. Ha raccontato di essersi sentito bene con la moto e con le gomme, poi sapeva che sull’asciutto il suo potenziale poteva essere migliore.

Come riporta il sito ‘motorsport.com’, il campione di Tavullia ha dichiarato di aver potuto fare un po’ di battaglia e qualche sorpasso, quindi alla fine è arrivato nella top 10. Questo è il modo migliore per dire ciao a tutti i tifosi, perché c’era un’atmosfera veramente fantastica attorno al circuito. Tante persone, una bella giornata di sole: è stato davvero emozionante. Nel giro d’onore poi si è fermato sotto alla tribuna dei suoi tifosi (il famoso popolo giallo) e gli ha lanciato il casco. Queste sono tutte cose che si ricorderà per sempre.

Alla fine Valentino ha commentato la sua forte emozione al passaggio delle Frecce Tricolore, poi ha visto Malagò, la Vezzali, Di Maio e lo hanno premiato perché il pilota è uno degli sportivi italiani più famoso nel mondo. Questo lo rende molto orgoglioso e nel corso della gara ha cercato di godersela e deve affermare che ci sono stati davvero dei bei momenti.