MotoGP, Pecco Bagnaia ha un timore: “Dobbiamo capire il motivo”

Pecco Bagnaia non può commettere altri errori dopo la caduta di Motegi. In Thailandia l’alfiere Ducati andrà all’attacco di Fabio Quartararo.

Pecco Bagnaia (LaPresse)
Pecco Bagnaia – Motori.News

La parola d’ordine per Ducati e Pecco Bagnaia è vietato sbagliare. Dopo i cinque ritiri stagionali, l’ultimo meno di una settimana fa a Motegi, dove ha commesso un errore all’ultimo giro di gara. Il pilota torinese non può più commettere passi falsi quando mancano quattro gare alla fine e sono 18 i punti di distacco dal leader del Mondiale Fabio Quartararo.

Alla pausa estiva accusava un gap di 91 punti dal leader di classifica, dopo il podio di Aragon era sceso fino a 10 punti, lo scivolone al Twin Ring ha offerto all’avversario 8 punti sul vassoio d’argento. Adesso c’è il round del GP della Thailandia al Chang International Circuit dove probabilmente si ritornerà a fare i conti con l’instabilità del meteo dettata dalla pioggia. Le quattro vittorie consecutive sembravano aver incanalato Pecco Bagnaia sul binario diretto che porta allo scettro iridato, ma il quinto “zero” costringe a non dormire sonni tranquilli.

Pecco Bagnaia allo sprint finale

Pecco Bagnaia (LaPresse)
Pecco Bagnaia – Motori.News

Non ha cercato alibi dopo la caduta in Giappone, è stato molto critico con se stesso, ma è inutile continuare a rimuginare su quanto accaduto. “Ritornare in moto a distanza di appena una settimana dal GP del Giappone mi aiuterà a concludere la gara di domenica scorsa“, ha dichiarato Pecco Bagnaia alla vigilia della conferenza stampa in Thailandia. “Lavoreremo sodo fin da venerdì per essere pronti per la gara, che probabilmente si svolgerà sotto la pioggia. Sono determinato a fare bene e a non commettere più errori“.

Il pilota del team Ducati factory deve fare i conti non solo con Quartararo ed Espargarò, ma anche con la concorrenza interna, in particolare dovrà ben guardarsi dagli attacchi del futuro compagno di box Enea Bastianini, che da tre gare a questa parte gli ha praticamente messo il fiato sul collo. Non ci saranno ordini di scuderia, Bagnaia respinge una simile ipotesi, ma è pur vero che il pilota ha perso punti preziosi. “Sono già caduto cinque volte quest’anno, non posso permettermelo. Quindi ci devo riflettere“.

Ma c’è anche lo spauracchio della pioggia, sia in Indonesia che in Giappone Pecco Bagnaia ha riscontrato qualche problema di troppo sul bagnato. “Dobbiamo capire perché ero così lento sul bagnato, perché nella prossima gara la possibilità di bagnarsi è grande“.