MotoGP, Pecco Bagnaia: una decisione non facile per il 2023

Pecco Bagnaia ritorna in Italia dopo la vittoria del titolo mondiale a Valencia e la giornata di test. Davanti a sé una scelta non facile.

Pecco Bagnaia (Ansa)
Pecco Bagnaia – Motori.News

Dopo la grande notte di festa a Valencia, tra la baldoria nel paddock di Valencia, la premiazione ai FIM MotoGP Awards, Pecco Bagnaia ha davvero avuto poco tempo per riposare. Lunedì ha rinviato diversi appuntamenti con i media, ha pranzato in riva al mare nella città catalana con la fidanzata Domizia Castagnini e gli amici della VR46 Riders Academy, in serata con quelli del Fan Club.

Martedì è stata la volta di ritornare in pista, con il collaudatore Michele Pirro che si è messo subito al lavoro nei primi minuti di test Irta in sella ad una Ducati #63, al fine di prepararla al campione in carica della MotoGP. Il pilota Ducati ha testato diverse carene e il nuovo motore, l’attenzione di Borgo Panigale è già rivolta al 2023. Pecco Bagnaia ha completato un totale di 59 giri con la sua Desmosedici, chiudendo questa mitica stagione a 6 decimi dal miglior crono di Luca Marini.

Pecco Bagnaia verso la 100 Km dei Campioni

Pecco Bagnaia (Ansa)
Pecco Bagnaia – Motori.News

Non c’era nessun bisogno di spingere sul gas nella giornata di martedì, del resto è atteso ancora da molti impegni post trionfo mondiale. Mercoledì sera e giovedì mattina sarà all’Eicma, la prossima settimana verrà ricevuto insieme alla sua squadra dal presidente Sergio Mattarella in Quirinale. A fine mese proverà a completare l’opera anche nella tradizionale gara di fine anno al Ranch di Tavullia, la 100 Km dei Campioni.

Per quanto riguarda il test MotoGP, il pilota torinese ha provato alcune parti che rappresentano un’evoluzione più che una rivoluzione, impossibile cambiare le carte in gioco su una Desmosedici GP che ha scavato un deciso vantaggio sui competitor. “Sono molto contento del nuovo motore“, ha dichiarato Pecco Bagnaia. “Funziona molto bene ed è flessibile. È la prima volta che lo usiamo in pista, è molto simile al vecchio motore. Con il nuovo cupolino ho sentito di più il vento sul rettilineo“.

L’inverno è alle porte, per il campione Ducati arriverà anche il momento di farsi una vacanza prima di rimettersi in moto. “Darò alla Ducati una settimana per fare quello che vogliono con me, ma poi spegnerò il telefono per rilassarmi ed elaborare quello che è successo“, ha aggiunto Bagnaia. E dovrà decidere se proseguire con il suo numero 63 oppure adottare il numero 1. “Devo pensarci bene perché non tutti possono usare il numero 1. Ma il numero 1 ti mette molto sotto pressione. Devo ancora decidere, ma non è facile. Spero di avere un’altra possibilità per il titolo in futuro“.