MotoGP, puntare in alto: ecco chi studia il pilota di Valentino Rossi

Marco Bezzecchi comanda la classifica degli esordienti. Un inizio, ma il pilota di Valentino Rossi sa bene da chi imparare come si fa in MotoGP. 

marco-bezzecchi-vr46-ducati
Marco Bezzecchi – MotoriNews

Quattro Gran Premi disputati e due soli finiti, ma essendo un esordiente gli si può perdonare qualche errore in più. Marco Bezzecchi continua il suo processo di crescita nel suo primo anno in MotoGP ed alcuni risultati si sono già visti. La splendida top ten ottenuta in Argentina in rimonta per esempio, tutt’ora il suo miglior risultato stagionale. Un unico piazzamento a punti, ma si tratta di un 9° posto che ha sorpreso lo stesso pilota, il suo capotecnico Matteo Flamigni e la squadra. Anzi, il capotecnico forse meno, visto che le sorprese le aveva già segnalate nei test invernali. Sta di fatto che il pilota del team di Valentino Rossi per il momento ha scavalcato la concorrenza, un punto di partenza in una stagione decisamente lunga. E studiando da…

Top rookie 

Come detto, un unico piazzamento a punti, che vale però la testa della classifica. Marco Bezzecchi infatti comanda la lista degli esordienti in MotoGP con sette punti a referto. Siamo solo all’inizio, ma il pilota del team di Valentino Rossi svetta già in una classifica decisamente molto corta. Subito a ruota c’è la prima sorpresa, ovvero Darryn Binder, al ‘doppio salto’ dalla Moto3 ma ad un punto di ritardo dal pilota italiano. In terza piazza c’è il campione Moto2 in carica, il figlio d’arte Remy Gardner, finora con l’unico punto conquistato nel primo GP dell’anno in Qatar. Un’altra sorpresa è il fatto che Raul Fernandez, talento emergente e velocissimo al debutto in middle class, non ha ancora preso nemmeno un punto. Così come l’altro italiano, Fabio Di Giannantonio, l’ultimo di questa cinquina di ragazzi all’esordio in MotoGP.

Modelli di riferimento

Ma Bezzecchi continua ad imparare, determinato a dimostrare che quel 9° posto non è arrivato per caso. Per farlo si studia con molta attenzione svariati piloti MotoGP. In particolare stiamo parlando dei suoi compagni di marca, ovvero i più veloci finora in sella alle Ducati. Qualche nome? Zarco, Bastianini, Bagnaia, Miller, Martin… Sono tutti impressionanti” aveva sottolineato il rookie del team di Valentino Rossi nel corso del GP ad Austin. Ovvero il quintetto che ha brillato per tutto il fine settimana in terra texana, rendendo le cose difficili a tutte le altre case. La Rossa di Bezzecchi è una delle meno aggiornate ma, come sta dimostrando “Bestia il terribile”, al momento è anche più competitiva di una GP22 ancora in rodaggio. L’italiano è ancora in fase di adattamento, ma si torna su piste a lui ben più congeniali. Attendiamoci altre sorprese.