MotoGP, Quartararo crolla in Australia: un messaggio per Bagnaia

Fabio Quartararo perde la leadership del Mondiale MotoGP dopo la caduta in Australia. Decisive le ultime due gare, ma la strada su fa in salita.

Fabio Quartararo (Ansa)
Fabio Quartararo – Motori.News

Dopo oltre metà campionato al comando della classifica MotoGP Fabio Quartararo si vede sorpassare da Pecco Bagnaia, a due gare dalla fine della stagione 2022. Decisive le brutte uscite in Thailandia e Australia in cui non incassa neppure un punto, a fronte del ducatista piemontese che ha collezionato quattro vittorie e tre podi nelle ultime otto gare.

Adesso la strada di ‘El Diablo’ verso la riconferma iridata si fa difficile, in Malesia tra una settimana deve provare il tutto per tutto. A Phillip Island parte subito veloce, ma dopo pochi giri compie un errore che lo trascina nelle retrovie fino al 22esimo posto. Nel tentativo di risalita compie un secondo errore, stavolta fatale, che lo costringe a rientrare ai box prima della bandiera a scacchi. 14 i punti di distacco da Pecco Bagnaia, ma nessuna intenzione di sventolare bandiera bianca.

Quartararo in Malesia per l’ultima chance

Fabio Quartararo (Ansa)
Fabio Quartararo – Motori.News

Alla curva 2 si infrangono le speranze di Fabio Quartararo, quando si accingeva a compiere il nono giro. Stavolta non salta in debriefing con i giornalisti, appare sereno, forse un po’ rassegnato. “Ora è il momento di fare le dovute analisi, sappiamo cosa è successo, quindi dovremo andare in Malesia motivati ​​e vedere cosa succede lì. Quello di Sepang può essere un buon circuito per noi, mi piace, quindi vedremo cosa posso fare“. I punti di frenata del circuito malese potrebbero però giocare a favore della Ducati, in questo momento la moto migliore dello schieramento MotoGP.

Inutile pensare ad un possibile errore di scelta della gomma posteriore, con Fabio Quartararo che ha optato per la hard. Guardando quanto fatto da Marc Marquez con la morbida al posteriore, forse sarebbe stato meglio adottare una mescola diversa. “Sì, un po’ me ne pento… Ma alla fine è facile fare valutazioni, è troppo tardi. Tutto questo servirà come esperienza per il futuro“.

In Malesia e Spagna si deciderà il destino di questo Mondiale MotoGP, servirà una Yamaha M1 ben equilibrata in pista e tutta la stoffa del campione qual è Fabio Quartararo. “Per Pecco è cambiato tutto dopo il Sachsenring, quindi per noi può cambiare anche in queste ultime due gare. Ho la sensazione di poter fare bene nei prossimi due Gran Premi… Penso di farcela, sono ancora in lotta. Non è ancora finita“.