MotoGP: Quartararo non molla, Yamaha mette pressione “Quella volta a Valencia…”

Bagnaia vs Quartararo, si decide a Valencia. Yamaha crede nel suo asso, ma invoca anche il precedente del 2006… 

fabio-quartararo-yamaha-m1-motogp
Quartararo e Yamaha, speranze a Valencia – MotoriNews

Finale di stagione MotoGP non ancora deciso, ma il vento soffia in una direzione in particolare. Pecco Bagnaia arriverà a Valencia con un ottimo vantaggio (23 punti) da gestire su Fabio Quartararo per scrivere la storia. Ducati sogna da tempo la replica di quel 2007, il piemontese sembra ad un passo dal trasformarlo in realtà. Ma nulla è deciso fino alla bandiera a scacchi dell’ultimo GP, Yamaha lo sa bene. E cerca di mettere pressione agli avversari ricordando un precedente in particolare, un ultimo stravolgimento quando il titolo sembrava ormai nelle mani di un suo pilota, Valentino Rossi

Quartararo tutto cuore

Il fine settimana a Sepang è stato tutt’altro che semplice. Un incidente nelle prove libere 4 ha cambiato i programmi Yamaha, con un Quartararo molto dolorante che non è riuscito ad andare oltre il 12° posto in griglia. Solo in seguito s’è saputo della piccola frattura al dito medio della mano sinistra, spiegando così le smorfie di dolore ed il sacchetto del ghiaccio sempre presente. Ma il campione MotoGP in carica non s’è dato per vinto: ha dato tutto, spingendo la sua Yamaha oltre i limiti, tirando fuori così un 3° posto finale. Un podio che non vedeva da parecchie gare, respingendo anche l’assalto di Marco Bezzecchi dietro di lui. Una Ducati che, in caso di sorpasso, avrebbe matematicamente consegnato il titolo nelle mani di Bagnaia… Ma non ancora, Quartararo non ha mollato e si continua a lottare fino all’ultimo round a Valencia. Può ancora succedere di tutto, Iwata ci spera.

yamaha-quartararo-dito-infortunato-social
Il dito del campione Yamaha a fine GP – MotoriNews

“Gufata” Yamaha

Anche perché la casa giapponese ha ancora in mente un precedente ‘doloroso’. Era il 2006, il titolo doveva essere deciso ancora una volta al Circuit Ricardo Tormo di Valencia. Valentino Rossi ci arrivava con un margine di 8 punti su Nicky Hayden, era un momento magico sia per il Dottore che per Yamaha. Ormai si sognava in grande, la corona MotoGP era davvero vicina… Ma bastano pochi giri, un inatteso incidente di Rossi che vanifica ogni fatica! Il #46 di Tavullia riparte, ma tutto è finito e Hayden conquista il suo unico titolo in carriera. Lin Jarvis ricorda bene quel GP: “Valentino era lì pronto per vincere… E sappiamo cos’è successo: è caduto e Nicky s’è preso il titolo.” Ma il boss Yamaha mette pressione: “Valencia è una pista difficile, può succedere di tutto.” E Bagnaia sa benissimo di non dover sbagliare nulla, un minimo errore basterebbe per stravolgere tutto e riaprire la questione. L’ultima speranza di Yamaha, oltre al talento del suo asso.