MotoGP, Quartararo punge ancora: “Abbiamo commesso errori”

Fabio Quartararo ammette gli errori commessi nel 2022, ma ha un chiaro obiettivo per il prossimo campionato: ritornare ad essere campione del mondo.

Fabio Quartararo (Yamaha)
Fabio Quartararo – Motori.News

Non è stato un inverno semplice per Fabio Quartararo, a causa di un infortunio al polso che lo ha costretto a limitare gli allenamenti. Ma ai nastri di partenza del nuovo campionato MotoGP sarà in perfetta forma per puntare nuovamente al titolo mondiale, sfuggitogli dalle mani nell’ultimo round di Valencia. Al lancio del team Yamaha a Jakarta, il pilota francese ha formulato un obiettivo chiaro per la stagione 2023.

Dopo aver tolto i veli dalle nuove Yamaha M1, ha sintetizzato: “Sarò breve, voglio tornare a lottare per il Mondiale. Credo nella mia squadra e in Yamaha e voglio riportare il titolo in fabbrica“. Nel 2022 l’assalto al titolo bis è fallito, ad avere la meglio la Ducati di Pecco Bagnaia, capace di recuperare 91 punti nella seconda parte di campionato. “Abbiamo commesso degli errori… ma abbiamo imparato tanto dall’anno scorso. Penso che questo possa aiutarci se cercheremo di essere di nuovo in vantaggio anche quest’anno. Credo di essere pronto: la Yamaha e il team hanno lavorato molto duramente“.

Quartararo presto ritorna in moto


La Casa di Iwata ha concentrato l’attenzione in particolare sul motore quattro cilindri in linea affinché riesca ad erogare maggiore potenza ed accelerazione. Sui rettilinei la M1 ha patito troppo il gap dagli altri costruttori, recuperare posizioni in gara era troppo complicato, soprattutto se si considera che in griglia c’erano ben otto Ducati Desmosedici GP. “Sono molto curioso di provare la nuova M1 a Sepang“, quando dal 10 al 12 febbraio si terrà il primo test preseason del 2023.

A marzo campionato al via con una novità senza precedenti: le gare sprint. Tutti i piloti della MotoGP avranno modo di raccogliere più punti in ogni Gran Premio e il calendario di 21 GP raddoppia in 42 occasioni per fare punti. “Sarà un bel cambiamento, soprattutto per quanto riguarda domenica… Con una gara sprint sarà difficile prepararsi per la “vera” gara di domenica. Venerdì pomeriggio dobbiamo anche qualificarci direttamente per la Q2, ma allo stesso tempo dobbiamo pensare alla gara. Saranno weekend molto intensi, ma è nostro compito dare spettacolo e lo faremo“.

Per affrontare il nuovo Mondiale servirà essere al top sia fisicamente che mentalmente. Non ha potuto allenarsi molto in bici e moto, ha usato questo inverno per allenarsi sul cardio, ma nei prossimi giorni ritornerà finalmente in sella. “È passato poco più di un mese. Mi sento molto meglio e tornerò ad allenarmi in moto la prossima settimana. Mi è mancato e non vedo l’ora“.