Dal momento in cui Petronas ha deciso di interrompere la sponsorizzazione, Razlan Razali ha avuto la volontà di sacrificare i team di Moto3 e Moto2 così da non rischiare di perdere i due posti in MotoGP. Ed ecco che il team principal ha fondato il team RNF Racing, firmando un accordo con il nuovo main sponsor WithU e confermando la partnership con Yamaha.

Nel corso di una lunga intervista rilasciata a ‘Speedweek’, difatti, Razlan Razali ha dichiarato che tale separazione è nata da un rapporto molto difficile (sin dal principio) con Datin Anita Azrina Abdul Aziz, capo delle comunicazioni strategiche di Petronas. L’ex team Petronas ha spiegato che quella persona (riferendosi ad Anita Aziz) è tornata dopo due anni in cui era stata sostituita da altre dirigenti con cui il dialogo era stato ottimo. Poi Boom!

Il manager malese si è anche assicurato di un pilota esperto come Andrea Dovizioso, che in sella alla M1 Factory 2022 dovrebbe far crescere tanto il livello delle sue prestazioni e quindi di risultati. Il rebus porta il nome e cognome di Darryn Binder, passato dalla Moto3 direttamente alla classe regina senza meriti evidenti. Il giovane pilota, fratello di Brad della KTM, dovrà fare un duro lavoro per poter dimostrare il suo talento in pista.

Razlan Razali ha si è accordato con Yamaha stipulando un contratto cui validità varrà solamente per la prossima stagione 2022, ma che vede l’opzione per un’estensione per il 2023 e il 2024. Lo stesso team manager ha spiegato i motivi precisi sul perché non sia stato raggiunto un accordo per più anni. Così, come riporta ‘The-Race.com’, Razali ha spiegato che con la situazione del nuovo team ha dovuto incorporare una nuova entità nel Regno Unito. Per Yamaha, essere una nuova società significa che devi rispettare il loro gruppo di sicurezza, perché si tratta di una grande azienda giapponese. La nuova entità non ha un track record, a causa di tutti i problemi di conformità della corporate governance, pertanto potevano dargli solo un contratto di un anno con opzione per l’estensione in quelli successivi.

Il nuovo manager del team WITHU Yamaha RNF in MotoGP ha poi dichiarato di essere ottimista nel riuscire a conquistare la fiducia di Yamaha per il rinnovo contrattuale nel 2022. Tenteranno entro metà giugno di avere la conferma che continueranno con loro negli anni successivi. L’accordo annuale non rientrava nelle loro aspettative, ma Razali rispetta la loro decisione.