MotoGP: Rins, Nakagami, Savadori e gli altri, revisioni e tagliandi per la stagione 2023

C’è chi deve sistemare il “problema dei motociclisti”, chi ha interventi di routine… I piloti MotoGP si rimettono a nuovo. 

alex-rins-motogp-revisione-social
MotoGP in pausa, è tempo di revisioni – MotoriNews

Il Motomondiale è ormai alle spalle, i test pure, siamo entrati ufficialmente nella lunga pausa invernale. Un momento per rilassarsi, per ricaricare le batterie dopo una dura stagione MotoGP come quella appena conclusa. E la prossima sarà ancora peggio con più GP, ma anche più gare per la categoria regina. Bisogna essere in perfetta forma per il prossimo campionato, a questo serve finire sotto i ferri. Nagakami, Rins, Savadori, e non solo, hanno provveduto a sistemare alcuni piccoli problemi fisici.

MotoGP e la sindrome compartimentale

Ben tre ragazzi ultimamente si sono sottoposti a piccoli interventi per questo motivo. Quello che ormai è diventato il problema dei motociclisti, visto che ogni anno svariati piloti vi pongono rimedio. Ci ha pensato Alex Rins, che deve prepararsi ad una dura sfida con l’ostica Honda dopo un’intera carriera MotoGP con Suzuki, interrotta sul più bello… Per lo spagnolo parliamo del braccio sinistro rimesso a nuovo. Ma non è stato l’unico a dover risolvere questo fastidioso guaio fisico. Sean Dylan Kelly, quest’anno dal MotoAmerica al debutto in Moto2, ha dovuto sistemare entrambe le braccia! Tutto a posto per il sorridente pilota statunitense, che l’anno prossimo si ripeterà sempre in classe intermedia. A referto anche un giovane in Moto3, l’australiano Joel Kelso, pure lui con a referto il primo anno completo nel mondiale. In questo caso l’operazione è stata al braccio destro, a breve inizierà il recupero.

Ferri da togliere e un dito da sistemare

Questo secondo caso vede protagonista Takaaki Nakagami. Il pilota giapponese, confermato in LCR Honda, ha vissuto una seconda parte di stagione MotoGP molto complicata. Conseguenza dell’infortunio riportato nel botto ad Aragon, che ha avuto più conseguenze di quante si pensasse. Nakagami ha stretto i denti in Giappone, ma l’ha pagata cara in seguito. Ben tre interventi in totale per sistemare i tendini strappati o lesionati al mignolo destro! Se non altro ha un lungo periodo per recuperare… Per Lorenzo Savadori invece, collaudatore e wild card Aprilia MotoGP, si trattava di togliere i ferri a spalla e caviglia dopo i due importanti incidenti del 2021. Stesso discorso per Daniel Holgado, debuttante Moto3 ancora acciaccato a causa di una frattura pluriframmentata alla gamba destra ad inizio anno. Sono servite placche e viti, ora rimosse definitivamente. Revisioni e tagliandi in vista di un nuovo anno mondiale, con l’ovvia intenzione di fare del proprio meglio. Senza disturbi fisici.