Valentino Rossi - Yamaha Petronas GP Qatar 2021

Il mondiale di MotoGP torna in pista questo weekend per il Gran Premio di Barcellona, che si disputerà sullo storico circuito della Catalogna, uno dei preferiti di Valentino Rossi. Purtroppo, da inizio stagione ad oggi, i risultati perseguiti dal nove volte campione del mondo sono ancora deludenti, manca ancora il feeling con la moto ed il giusto assetto. Ma il tracciato spagnolo potrebbe preservagli una buona prestazione. Per il numero 46 Barcellona gli è sempre piaciuta come pista, sin dalla prima volta in cui ci ha girato, e l’anno scorso ha fatto qui la sua miglior prestazione, malgrado la caduta. Spera di essere veloce e competitivo, ma deve aspettare di scendere in pista per darne conferma.

Come ben sappiamo, a partire dalla stagione 2022 di MotoGP il team VR46 di Valentino Rossi approderà nel Mondiale come squadra ufficiale, ciò che resta da ultimare è la scelta delle moto che scenderanno in pista: se Ducati (fortemente in vantaggio) oppure Yamaha. Così il pesarese, in una recente intervista riportata da ‘motosprint’, ha voluto dare alcune anticipazioni sulla questione. Il ‘Dottore’ ha così dichiarato: “A giorni dovremmo annunciare con quale moto correrà il team, tra Ducati e Yamaha, mentre per i piloti stiamo ancora trattando. Ci piacerebbe avere due piloti dell’Academy, ma è presto per dirlo”. Quanto alle mosse di mercato, degli ultimi giorni, non hanno per nulla sorpreso il campione di Tavullia.

Valentino Rossi ha voluto poi parlare di Remy Gardner, per il quale si ritiene felice perché sta guidando molto bene ed è un ragazzo simpatico, lo stesso vale anche per Wayne. Al termine dell’intervista il pilota della Yamaha Petronas ha commentato l’arrivo di Galbusera nel box di Maverick Vinales. Secondo il pesarese Silvano conosce molto bene la M1, e soprattutto il mondo Yamaha, considerato che lavora a Germo di Lesmo da prima che nascesse l’attuale team MotoGP. Crede che Galbusera possa ricoprire entrambi i ruoli, ma al di là di ciò il numero 46 pensa sia contento di tornare a fare le gare, e Yamaha immagina abbia pronto un sostituto di esperienza nel caso. Di solito queste decisioni vengono prese insieme da team e pilota, dato che si parla di cose importanti, ma non sa nulla in merito.