Questa mattina negli ultimi minuti della prima sessione di prove libere, valide per il Gran Premio di Thailandia, Marc Marquez è stato protagonista di una paurosa caduta in curva 7. Il campione del mondo in carica dopo aver preso il dominio nella prima parte del turno, ha montato una gomma nuova verso la parte finale delle FP1 per tentare l’ultimo attacco, ma il posteriore della sua Repsol Honda è andato via catapultando lo spagnolo in un violento high-side. Bisogna ancora capire se la caduta è stata dovuta ad un guasto della moto, che tra l’altro si è demolita rovinosamente. Tanta paura invece per El Cabroncito, il quale dopo il volo è rimasto a terra per qualche minuto facendo temere il peggio e lasciando tutti col fiato sospeso. Poco dopo il pilota è stato aiutato dai commissari di pista a rialzarsi in piedi e subito portato al centro medico.

Caduta Marc Marquez, le attuali condizioni

Il pilota spagnolo dopo il brutto high-side è stato immediatamente soccorso e portato prima al centro medico del circuito per poi essere successivamente trasportato in ospedale per maggiori accertamenti. Le zone maggiormente interessate durante la caduta del numero 93 della Honda sono state: il fondo schiena e la tibia della gamba sinistra. Ricordiamo che la gara della Thailandia è molto importante per Marc Marquez, infatti, una sua vittoria significherebbe la conquista dell’ottavo titolo in carriera e il sesto in MotoGP. Dopo i vari controlli eseguiti le condizioni fisiche del pilota sembrerebbero ok, dunque potrà scendere in pista per la seconda ed ultima sessione della giornata.

Questo a seguire è il link video della brutta caduta di M. Marquez:

blob:https://www.motogp.com/7394a75c-8ce8-4be1-8428-c8af3698e277

GP Thailandia, i risultati delle FP1 e delle FP2

La prima sessione di prove libere è stata ottenuta da un ottimo Maverick Vinales su Yamaha ufficiale, lo spagnolo ha preceduto il talentuoso Fabio Quartararo su Yamaha Tech 3 e il leader mondiale Marc Marquez su Repsol Honda. Con il quarto e quinto tempo hanno chiuso Andrea Dovizioso su Ducati ufficiale e Jack Miller su Ducati Pramac. Sesto e settimo crono, invece, per Valentino Rossi su Yamaha e Franco Morbidelli su Yamaha Petronas. Completano la Top Ten delle FP1: Danilo Petrucci (Ducati ufficiale), Joan Mir (Suzuki) e Francesco Bagnaia (Ducati Pramac).

Mentre una super seconda sessione di libere per le Yamaha. Primo tempo ottenuto da Fabio Quartararo, seguito da Maverick Vinales e Franco Morbidelli. Quarto e quinto tempo per Jack Miller e Valentino Rossi. Sesto e settimo crono invece per Marc Marquez e Aleix Espargarò. Completano la Top Ten delle FP2: Andrea Dovizioso, Joan Mir e Alex Rins.