MotoGP: tutti i record possono essere battuti tranne questo, incredibile ma vero!

I record sono fatti per essere riscritti. Tranne uno, che nemmeno la MotoGP attuale potrà mai superare. 

motogp-legend-svizzero-volante
MotoGP Legend ed il record impossibile – MotoriNews

La storia del Mondiale MotoGP è lunghissima. Tutto inizia nel lontano 1949, ovvero poco meno di 80 anni fa, dando vita ad un campionato che dura ancora oggi. Col tempo è certo cambiato tantissimo: dai milioni di piloti e campioni visti alle regole, fino ai nomi delle varie categorie. O alla stessa esistenza di alcune di loro, ormai scomparse nel tempo senza avere delle ‘eredi’. Col passare degli anni sono stati scritti anche moltissimi record, alcuni abbattuti ed altri ancora in vigore. Ma ce n’è uno in particolare, realizzato da un campione del passato, che è diventato assolutamente impossibile da battere.

C’era una volta…

La MotoGP che conosciamo attualmente è arrivata solamente nel 2002. Stesso discorso anche per Moto2 e Moto3. Un tempo esistevano invece 500cc, 250cc e 125cc, assieme alle categorie scomparse. Ovvero 50cc, detta simpaticamente “zanzare”, la ‘meteorica’ 80cc e la 350cc. Accanto alle moto però esisteva anche una classe particolare, quella delle mitiche ‘tre ruote’, ora diventate un campionato del mondo a se stante. Per lungo tempo però i sidecar hanno fatto parte a tutti gli effetti del Motomondiale, nonostante avessero una ruota in più rispetto a tutti gli altri mezzi. Sette categorie storiche quindi per il Campionato del Mondo di velocità, un numero importante che ha determinato il record impossibile accennato in precedenza. Vediamo anche chi è stato.

Lo “svizzero volante”

Luigi Taveri, MotoGP Legend nel prossimo GP d’Austria, è scomparso nel 2018 in seguito ad un ictus, pochi mesi prima di compiere 90 anni. Ma è lui il protagonista a cui ci stiamo riferendo. Classe 1929 di Horgen (vicino a Zurigo), il talento svizzero è stato tra i grandi protagonisti del Motomondiale di un tempo. Ha debuttato nel 1949 in sidecar, per poi passare alle moto e correre ininterrottamente nel Mondiale dal 1953 al 1966. Un periodo in cui, per portare a casa punti, dovevi riuscire a chiudere nelle prime sei posizioni. Altro che le 15 attuali in MotoGP! I dati poi parlano chiaro: 143 gare disputate, assicurandosi 30 vittorie e 89 podi in totale, nonché tre corone iridate. Ma lo svizzero è unico per un motivo: è riuscito ad andare a punti in tutte le categorie, dalla 50cc ai sidecar! Anche una sola volta, anche per un solo punto, ma il nome di Taveri a punti c’è in tutte le storie classi mondiali. Un record d’altri tempi, che gli rimarrà per sempre.