La MotoGP, nella giornata di domenica, chiuderà la stagione 2017. Una stagione bella, ricca di colpi di scena, sorpassi incredibili e tanto altro. L’epilogo finale, però, per la gioia dei tanti appassionati, deve ancora esserci.

Marc Marquez e Andrea Dovizioso, separati da soli 21 punti, lotteranno fino all’ultima curva per conquistare il Mondiale. Il pilota della Ducati, per diventare Campione del Mondo deve necessariamente tagliare per primo il traguardo, a patto che lo spagnolo non arrivi almeno all’11°posto. Infatti, in caso di arrivo a pari punti (con il pilota della Honda al 12° posto), Dovizioso diventerebbe campione in quanto vittorioso in sette gare (contro le sei di Marquez).

Una sorta di miracolo sportivo per il 31enne di Forlimpopoli che, tuttavia, potrebbe contare su un aiuto insperato fino a pochi mesi fa. Il GP di Valencia, quasi a tutti, fa venire alla mente l’infuocato finale di stagione 2015, quando Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Marc Marquez furono protagonisti di eventi non propriamente sportivi.

All’epoca, il pilota della Honda, specialmente a Sepang, diede una grossa mano al connazionale Lorenzo, poi vincitore di quel campionato. Tuttavia, domenica, proprio Valentino Rossi potrebbe cooperare con Andrea Dovizioso, voglioso di urlare tutta la sua gioia per un Mondiale che sarebbe insperato.

Durante un’intervista a Sky Sport24 (frasi tratte dalla Gazzetta dello Sport), il “Dottore” ha fatto capire che a Valencia se la giocherà: “È un momento importante in cui mi sento abbastanza bene. In questa settimana che sono stato un po’ a casa la gamba è migliorata molto e vado a Valencia per fare una bella gara”. Su Dovizioso campione, Valentino Rossi non perde la speranza, incoraggiando il “collega” della Ducati: “È una missione molto difficile, però di solito quando c’è la speranza anche se piccolina, ci credi e ci provi. Dovizioso ha fatto vedere delle cose incredibili. Si decide tutto all’ultima gara e ci sarà una bella tensione. Speriamo di essere lì con loro”. Insomma, Valentino Rossi ci sarà…magari al fianco di Dovizioso.