Come ben sappiamo da inizio stagione 2019 ad oggi, Valentino Rossi sta attraversando un periodo non del tutto roseo, probabilmente il più negativo di tutta la sua fiorente carriera. Difatti, durante la sua permanenza in MotoGP, il ‘Dottore’ non ha mai totalizzato un punteggio così basso: solo 80 punti e ben 105 punti in meno rispetto al leader mondiale Marc Marquez in soli nove gran premi fino ad oggi disputati. Questi risultati poco rassicuranti stanno alzando un polverone mediatico che vede un possibile ritiro del pesarese dalla classe regina al termine della stagione.

MotoGP, arriva un clamoroso invito per Valentino Rossi

Il pilota nove volte campione del mondo non sta attraversando un buon momento in Yamaha. Purtroppo le diverse problematiche tecniche insieme ad un po’ di sfortuna, hanno fatto sì che il pesarese vivesse un periodo abbastanza difficile da sopportare e da rimarginare. Il concetto è chiaro, il direttore sportivo della casa dei tre Diapason, Lin Jarvis, farà di tutto per cercare di escogitare soluzioni che tratterebbero Rossi ancora a lungo con la scuderia nipponica. A fine stagione, ragionando a menti fredde e una volta tirate le somme, sia Yamaha che Valentino si potranno sedere a tavolino e parlare del futuro insieme oppure altrove. E se il futuro del campione di Tavullia dovesse essere in Superbike? Secondo il sito ‘fanpage.it’ pare che Alvaro Bautista, pilota Ducati, abbia invitato il pesarese a fare una nuova esperienza proprio nel campionato delle derivate di serie.

Rossi in Superbike, la proposta di Alvaro Bautista

Di seguito le dichiarazioni di Alvaro Bautista rilasciate durante un’intervista a Onda Cero:

“Da fuori si vede una cosa, ma non sappiamo esattamente i problemi che ha con la moto o con la squadra. Sinceramente da fuori è difficile dare un parere. Solo lui conosce i motivi per cui quest’anno sta andando così. Io non voglio entrare in queste discussioni, perché sono cose molto personali, ognuno sa le ragioni dei problemi che ha e perché non è competitivo. Lo incoraggio a venire in Superbike, da noi c’è un clima molto rilassato. Sarebbe entusiasmante vederlo qui e alzare il livello dei piloti; quando ti confronti con buoni piloti capaci di vincere, le tue vittorie hanno più valore”.

Certo la proposta del pilota Ducati è molto allettante e chissà se Rossi non decidesse di dire addio alla Yamaha e anche alla MotoGP. Insomma, seguire le orme di molti altri ex campioni della classe regina che hanno deciso di fare questo passaggio di categoria come ad esempio: Alex Barros, Carlos Checa, Max Biaggi, Sylvain Guintoli, Troy Bayliss, Marco Melandri, questi per non elencarli tutti.

Ovviamente quello che si vede al di fuori poi viene elaborato e riportato. Non conosciamo in maniera certa e perfetta i reali problemi che il Dottore ha nei confronti della Yamaha. Dunque dare una sentenza precisa risulta abbastanza difficile. Solo il pesarese conosce le reali motivazioni per le quali quest’anno lo stanno portando “fuori strada”. Il nostro augurio e sicuramente quello del popolo giallo è di rivedere quanto prima un Valentino Rossi rinato e di nuovo competitivo.