valentino-rossi

In questo periodo di piena emergenza sanitaria Coronavirus, l’argomento che più circola in rete in merito al Motorsport è il mercato piloti. Sono giunte interessanti novità per quanto riguarda il futuro di Valentino Rossi in MotoGP. Il nove volte campione del mondo, in una recente intervista tenuta dal commentatore Matt Birt, insieme al team-mate Maverick Vinales, avrebbe confermato di correre anche nel 2021. Il Dottore ha ritenuto che non fosse consono chiudere la sua splendente carriera in questo particolare momento difficile per tutti. Dunque, a quanto pare, la firma del contratto con il team Yamaha Petronas SRT sembrerebbe alle porte.

In questi giorni Lin Jarvis, Managing Director di Yamaha Motor Racing, ha fatto una particolare richiesta a Valentino Rossi, ossia di affrettare la sua decisione sul futuro in MotoGP. A quanto pare il campione di Tavullia non ha il tempo necessario per prendere una decisione, considerato che lui voleva attendere 5 o 6 Gran Premi prima di firmare con Yamaha. Ma questo non è possibile, sia per la situazione in corso sia perché non è scontato che la stagione del Motomondiale parta presto. In questo periodo di stop il pesarese si è preso il tempo utile per decidere con calma sul suo destino in classe regina e così è stato. La sua volontà è quella di restare ancora un altro anno per poi dire stop.

Valentino Rossi ha deciso sul suo futuro

Queste a seguire sono le interessanti dichiarazioni del nove volte campione del mondo in merito al suo futuro in MotoGP. Ecco quanto riportato da ‘corsedimoto.com’:

“Sono in una situazione difficile perché, come ho detto, la mia prima opzione è quella di provare a continuare. È molto importante capire il livello della competizione perché soprattutto nella seconda parte dello scorso anno abbiamo sofferto moltissimo. Troppe volte ero troppo lento e ho dovuto combattere al di fuori della top-5. Nella mia mente avevo un altro anno con il team factory e avevo bisogno di tempo per capire se posso essere veloce“.

Valentino Rossi ha poi aggiunto che ora come ora il problema è che non ci sono gare per via del Covid-19. Dunque il pesarese dovrà prendere una decisione prima di iniziare a correre, perché nella situazione più ottimistica cominceranno nella seconda metà della stagione 2020. Il Dottore fa sapere che la sua volontà è quella di continuare, ma ha dovuto prendere questa decisione senza prima correre. Questo non è il modo migliore per fermarsi, la situazione è seria e probabilmente c’è la possibilità che non correranno nel 2020. Dunque è più consono per lui correre per un altro campionato e dire poi basta solo alla fine del prossimo. Quindi il pilota, ormai 41 enne, continuerà ancora fino al 2021.