MotoGP, Yamaha: lodi a Quartararo, la moto e Dovizioso bocciati

Yamaha legata a filo doppio al suo campione Quartararo. Serve lavorare sulla M1, ritrovare Morbidelli, mentre Dovizioso… 

yamaha-fabio-quartararo-motogp
Fabio Quartararo, Yamaha – MotoriNews

Yamaha ha ormai chiarito i suoi programmi per la prossima stagione MotoGP. Il rinnovo di Fabio Quartararo, il gioiello che non potevano perdere, ed il passaggio di RNF Team ad Aprilia ha ufficializzato la situazione per il 2023. Ci saranno due sole M1 in griglia l’anno prossimo, con il campione francese e Franco Morbidelli in sella. Lin Jarvis ha fatto un bilancio della situazione attuale per la casa dei tre diapason, che affronta il futuro con rinnovata carica e determinazione a vincere la sfida. Le richieste di ‘El Diablo’ sono state chiare, bisogna accontentarlo per non perderlo… Con due sole moto potrebbe essere più facile.

“I piloti satellite devono essere veloci…”

Nel frattempo però in Yamaha c’è qualcosa da rivedere, in primis la moto. Fabio Quartararo s’è lamentato parecchio ad inizio campionato, e nonostante tutto comanda la classifica MotoGP. La casa di Iwata, oltre alla priorità di blindarlo fino al 2024, deve seguire senza esitazione l’unico pilota in grado di portare una moto “lenta” ai vertici della categoria. Ma c’è anche la questione del team satellite “sfuggito” a Yamaha per legarsi ad Aprilia con un contratto biennale. Non è precisamente un dramma per Jarvis, che boccia in particolare un pilota. Andrea Dovizioso non ha feeling con la moto. La squadra satellite deve dare informazioni al team ufficiale, ma i piloti devono essere veloci.” Cosa che l’italiano non è mai stato finora, e non si vede la luce in fondo al tunnel in questo senso. Anzi, appare prossimo il ritiro alla fine di questa stagione tormentata. Od anche prima…

“Era importante convincerlo”

Fabio Quartararo aveva espresso tutta la sua delusione fin dal novembre scorso. Aggiungendo i dubbi circa il rinnovo con Yamaha, visto il suo contratto in scadenza a fine 2022. Ma la casa di Iwata è riuscita a convincerlo, ora certo alle promesse dovranno seguire i fatti, o il suo gioiello inizierà di nuovo a guardarsi attorno… “Eravamo delusi, non potevamo dargli un motore più potente” ha ammesso Lin Jarvis a Sky Sports. “Ma era importante convincerlo in ottica futura.” Nel team è arrivata più gente, tutta impegnata nel miglioramento del motore della M1, la maggiore richiesta di Quartararo. “Lavoriamo in maniera diversa.” Conferma poi anche Franco Morbidelli nonostante l’inizio difficile. “È difficile recuperare subito dopo i suoi problemi” ha sottolineato. “Ci serve la chiave per ritrovare il suo talento.”